Gela, la Finanza sequestra bombole per seicentomila euro - QdS

Gela, la Finanza sequestra bombole per seicentomila euro

redazione web

Gela, la Finanza sequestra bombole per seicentomila euro

mercoledì 27 Maggio 2020 - 12:48

Erano custodite nei luoghi di lavoro senza rispettare gli obblighi di sicurezza. Si tratta in tutto di 15.895 contenitori carichi di gas propano liquido. Una sola revisione in quarant'anni. Denunciati i due rappresentanti dell'azienda che le commercializzava



Militari del Gruppo della Guardia di Finanza di Gela, coordinati dalla locale Procura, hanno sequestrato 15.895 bombole per Gpl, da sette a 25 chili di capacità, sia piene che vuote, per complessivi trentamila chili di gas propano liquido.

Le bombole, se immesse sul mercato, avrebbero fruttato ricavi per seicentomila euro.

Il rappresentante legale e un socio dell’azienda sono stati denunciati per concorso in frode nell’esercizio del commercio, divieto di fabbricazione, detenzione, trasporto e vendita di prodotti esplodenti, condotte integrate nella commercializzazione all’ingrosso, in diverse province della Sicilia orientale (Caltanissetta, Ragusa, Enna e Messina) e in Calabria e Lazio, di bombole di gas gpl e altro gas esplodente irregolari.

Secondo la Finanza, le bombole erano custodite nei luoghi di lavoro senza rispettare gli obblighi di sicurezza, sprovviste, in molti casi, delle previste periodiche revisioni e con i sigilli di garanzia con le relative ‘punzonature’, che riportano oltre le caratteristiche di sicurezza anche le date delle revisioni decennali previste, spezzate o asportate.

In alcuni casi, in quarant’anni è risultata effettuata una sola revisione.

Riscontrate anche significative difformità anche in merito al contenuto quantitativo del prodotto venduto con le bombole verificate con la ‘pesatura’ dei contenitori.

Per questo i due rappresentanti dell’azienda sono stati denunciati anche sottrazione all’accertamento o al pagamento dell’accisa sugli oli minerali, superando le soglie consentite nelle operazioni di riempimento e travaso dei combustibili.

Potrebbe interessarti anche:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684