Governo, Giuseppe Conte ha giurato davanti a Mattarella - QdS

Governo, Giuseppe Conte ha giurato davanti a Mattarella

redazione

Governo, Giuseppe Conte ha giurato davanti a Mattarella

giovedì 05 Settembre 2019 - 10:50
Governo, Giuseppe Conte ha giurato davanti a Mattarella

Nei saloni del Quirinale, l'uno dopo l'altro, a partire da quelli senza portafoglio, i ventuno ministri del nuovo esecutivo hanno seguito il presidente del Consiglio. Poi la prima riunione del Cdm

Il premier Giuseppe Conte ha giurato al Quirinale, nelle mani del presidente della Repubblica.

Uno dopo l’altro, a partire da quelli senza portafoglio, i 21 ministri hanno seguito il presidente del Consiglio.

Dopo la firma, la stretta di mano prima a Sergio Mattarella e poi a Conte, visibilmente emozionati.

La cerimonia si è così conclusa nel salone delle feste del Quirinale.

L’ultimo a giurare è stato Roberto Speranza, unico esponente governativo di Leu.

Le donne erano in nero o in bianco al giuramento del Conte bis.

Spiccava Teresa Bellanova, neo ministro dell’agricoltura, che sfoggiava un completo blu elettrico.

Gli uomini erano con la giacca e cravatta d’ordinanza, Conte con l’immancabile pochette.

Sergio Costa, ministro dell’Ambiente, ha battuto i tacchi davanti al capo dello stato Sergio Mattarella.

Alfonso Bonafede, nuovo e vecchio guardasigilli, si è messo la mano sul cuore.

Luigi Di Maio, neo ministro degli Esteri, è arrivato mano nella mano con la fidanzata, e molti neo ministri sono approdati al Quirinale per il giuramento accompagnati dalle famiglie, mogli, mariti e figli.
Sorridenti, hanno salutato con la mano i fotografi che assaltavano piazza del Quirinale.

Il neo ministro per gli Affari regionali, Francesco Boccia, è arrivato accompagnato dalla moglie Nunzia De Girolamo, ex deputata di Forza Italia e dalla figlia Gea.

E’ arrivato anche Dario Franceschini, che si è fermato per una dichiarazione con i giornalisti: “È un momento così difficile ma anche così affascinante che apre nuove speranze per il paese. Ho chiesto di poter continuare il lavoro entusiasmante che ho fatto in quello che anni fa definii, e che oggi confermo essere, il ministero economico più importante del Paese”.

A seguire, a Palazzo Chigi, si è svolta la cerimonia di insediamento del nuovo esecutivo con la prima riunione del Consiglio dei ministri.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684