Governo, vice di Salvini ne chiede le dimissioni - QdS

Governo, vice di Salvini ne chiede le dimissioni

redazione

Governo, vice di Salvini ne chiede le dimissioni

lunedì 19 Agosto 2019 - 10:45
Governo, vice di Salvini ne chiede le dimissioni

Il sottosegretario Carlo Sibilia (M5s), "seriamente preoccupato per la sicurezza nazionale per la sua poca lucidità e repentini cambi di umore e di idee come nella gestione della vicenda Open Arms"

“In questa situazione ritengo che la sicurezza del nostro Paese sia in pericolo e auspico dimissioni immediate di chi dovrebbe già essere ex Ministro e che nell’attesa Conte assuma l’interim”.

Lo afferma, riferito al capo della Lega Nord e ministro dell’interno Matteo Salvini, uno dei suoi vice, Carlo Sibilia, sottosegretario all’Interno eletto nel Movimento cinque stelle.

“L’ex politico – ha scritto Sibilia – (ormai è ex tutto, ex leader, ex ministro, ex sottoscrittore di contratto) non è più adatto. Non devo dimostrarlo o dirlo io, i fatti sono acclarati. Ma la questione sicurezza non va in vacanza al Papeete”.

“Neanche in lontananza – ha aggiunto Sibilia parlando di Salvini – si scorge qualche segno di umiltà. Fa il martire. Tutti contro di lui…poverino. E poi si permette ancora, con tracotanza e arroganza, di dettare le condizioni a Giuseppe Conte. Al Primo Ministro Conte. Una persona seria. Competente, pacata, razionale. Di cui andare fieri”.

“Ma la domanda che mi faccio – ha detto ancora il sottosegretario all’Interno – è per quanto ancora dobbiamo ascoltare questo livello di presunzione da uno che non dovrebbe trascorrere un minuto di più da Ministro dell’Interno se gli fosse restato un barlume di lucidità”.

“Anzi – ha sottolineato l’esponente grillino – mi ritengo seriamente preoccupato per la sicurezza nazionale se l’autorità politica in questione mostra così poca lucidità, repentini cambi di umore e di idee. La sua credibilità nazionale è al minimo. E ciò si ripercuote inevitabilmente all’estero. Vedi continui atteggiamenti ostruzionistici nella gestione della vicenda Open Arms”.

“La sicurezza in Italia – ha concluso Sibilia – ha bisogno di stabilità. Non di essere svenduta per riaccordate i con Berlusconi. Si agisca subito”.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684