Gravina, contagi da Covid in crescita, nuova ordinanza del primo cittadino - QdS

Gravina, contagi da Covid in crescita, nuova ordinanza del primo cittadino

redazione

Gravina, contagi da Covid in crescita, nuova ordinanza del primo cittadino

giovedì 05 Novembre 2020 - 00:00
Gravina, contagi da Covid in crescita, nuova ordinanza del primo cittadino

GRAVINA – Il sindaco Massimiliano Giammusso ha disposto con ordinanza la nuove modalità di accesso contingentato negli Uffici comunali e di erogazione dei servizi all’utenza. Le misure organizzative, adottate alla luce dell’aumento dei casi di coronavirus registrati nel territorio comunale, erano state già predisposte nei giorni scorsi in accordo con la Giunta, il presidente del Consiglio comunale Claudio Nicolosi e il segretario generale del Comune, Stefania Finocchiaro. È stata già attivata infatti la modalità telematica per le riunioni collegiali dell’istituzione, nello specifico la Giunta, il Consiglio comunale e le commissioni consiliari.

“In questa nuova fase dell’emergenza epidemiologica, che vede i contagi in crescita anche nel nostro Comune, si registrano ad oggi 88 casi positivi – ha spiegato il primo cittadino – di questi 8 sono ricoverati in ospedale e 2 in altre strutture, mentre 195 soggetti si trovano in isolamento domiciliare: si tratta o di contatti stretti di soggetti già dichiarati postivi o in attesa dell’esito di tampone. Anche gli uffici amministrativi del Comune sono stati interessati da contagi da covid-19 – ha continuato ancora il sindaco – nelle ultime 48 ore sono stati scoperti 3 casi tra i dipendenti comunali, mentre il dipendente che era stato colpito dal virus precedentemente è già guarito ed è tornato al lavoro. Ho disposto inoltre la sanificazione di tutti gli edifici comunali che si svolgerà da oggi mercoledì 4 a sabato 7 novembre 2020”.

In questo quadro è stato dunque disposto l’accesso contingentato degli utenti negli uffici comunali che potrà avvenire solamente previo appuntamento telefonico o via posta elettronica: “Si raccomanda di non recarsi presso la casa comunale e gli uffici senza aver prenotato appuntamento direttamente con il servizio amministrativo interessato – ha spiegato il sindaco – i recapiti da contattare preliminarmente sono disponibili sul sito istituzionale del Comune e saranno inoltre diffusi ulteriormente in tutti i canali istituzionali come l’App Vision City, Telegram e naturalmente le pagine social del Comune e del sindaco. Resta immutata la possibilità di richiedere i servizi direttamente via email da remoto senza la necessità di recarsi fisicamente presso gli uffici comunali”. Sono stati predisposti 2 ingressi dedicati al Municipio da via Sant’Antonio da Padova: uno per l’Anagrafe, Stato Civile e Ufficio Elettorale e un altro per Urp e Protocollo.

Le azioni messe in campo dall’Amministrazione nella gestione dell’emergenza continuano con le attività di supporto con la sorveglianza sanitaria dell’Asp a cura del capo di Gabinetto Marco Rapisarda che, in qualità di referente dei rapporti con le scuole del Distretto Socio Sanitario 19 di cui il Comune di Gravina è capofila, ha consentito le operazioni di sanificazione degli Istituti scolastici secondo il protocollo Asp. Il sindaco inoltre, insieme al 5° servizio, ha attivato i protocolli anticovid e sta provvedendo a stipulare una convenzione tra il Comune e un centro accreditato, per procedere in collaborazione con il medico competente, allo screening degli amministratori comunali e dipendenti che volessero sottoporsi a tampone, sulla base di un atto d’indirizzo che vede come primo firmatario il consigliere Paolo Kory e sottoscritto dai consiglieri di maggioranza. “Contestualmente – ha ricordato il sindaco Giammusso – ho fatto richiesta all’Asp di attuare uno screening a tappeto per tutti i dipendenti comunali e i collaboratori che lavorano all’interno degli uffici”.

Il sindaco si è soffermato anche sulla gestione degli accessi contingentati al Cimitero comunale in occasione della commemorazione dei defunti sottolineando l’ottimo lavoro svolto dalla Polizia municipale e dal personale di custodia del cimitero.

“Siamo ancora una volta in prima linea nella gestione di un’emergenza sanitaria – ha concluso il sindaco – e desidero ringraziare la Giunta, il Consiglio comunale, il segretario generale, i funzionari e tutti i dipendenti, il personale di pulizia e custodia cimiteriale e anche gli Istituti scolastici con a capo i dirigenti, per come stanno affrontando e gestendo l’emergenza”.

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684