Gravina, tassa sui rifiuti ridotta a chi adotta un cane randagio - QdS

Gravina, tassa sui rifiuti ridotta a chi adotta un cane randagio

redazione

Gravina, tassa sui rifiuti ridotta a chi adotta un cane randagio

mercoledì 14 Ottobre 2020 - 00:00

GRAVINA – L’amministrazione comunale guidata dal sindaco Massimiliano Giammusso rende noto che è stato approvato il regolamento per l’adozione dei cani randagi catturati sul territorio comunale. Il documento, che prevede come incentivo una riduzione della Tari per chi adotta un randagio ricoverato presso una struttura convenzionata, è stato approvato in Consiglio comunale e i Servizi amministrativi sono già al lavoro per la redazione dei bandi per l’affidamento ai cittadini che ne faranno richiesta.

“L’obiettivo è quello di ottenere un duplice risultato – ha spiegato il sindaco Giammusso – da un lato si migliora il benessere degli animali ricoverati, i quali saranno affidati a famiglie che si prenderanno responsabilmente cura di loro; dall’altro si limitano i costi del randagismo a carico della collettività. Ancora una volta desidero sottolineare il lavoro svolto dal 7° Servizio, competente in materia di Randagismo”.

Il vicesindaco Rosario Condorelli ha espresso soddisfazione per la conclusione dell’iter consiliare: “Si tratta di una misura che il mio gruppo politico di riferimento ‘Uniti per Cambiare’ persegue da diversi anni e che finalmente trova compimento con quest’amministrazione. Ad aprile del 2019 è stata presentata una mozione che vedeva come primi proponenti i consiglieri Salvo D’Urso e Teresa Campanile mentre lo scorso 29 settembre il Consiglio comunale, presieduto da Claudio Nicolosi, ha approvato il regolamento definitivo. Come incentivo è previsto uno sgravio fino a 400 euro annui, per la durata di tre anni, sulla Tari dovuta. Il documento prevede tutta una serie di requisiti relativi alle modalità di adozione e soprattutto i controlli sulle eventuali inadempienze degli adottanti – ha concluso – poiché la priorità deve essere il benessere degli animali”.

“Il regolamento approvato – ha concluso il sindaco – è anche frutto del lavoro svolto in sinergia dalla II Commissione presieduta dal consigliere Paolo Kory e dagli assessori con delega ai Tributi e al Randagismo, rispettivamente Maria Battaglia e Salvo Santonocito”.

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684