Incidente Capri, 28 feriti, morto l'autista 33enne, ecco chi era - QdS

Incidente Capri, 28 feriti, morto l’autista 33enne, ecco chi era

web-iz

Incidente Capri, 28 feriti, morto l’autista 33enne, ecco chi era

web-iz |
giovedì 22 Luglio 2021 - 19:32

Si tratta di un giovane di 33 anni che a breve sarebbe diventato padre. Non si esclude che possa essere stato colto da malore.

Nel tregico incidente di oggi a Capri, 28 persone sono rimaste ferite. Due di queste sono ancora in gravi condizioni. L’autista del minibus precipitato è purtroppo deceduto. Si chiamava Emanuele Melillo, aveva 33 anni e tra qualche mese sarebbe diventato padre.

Ancora da definire le cause dell’incidente, non si esclude che Melillo sia stato colto da malore. Per lui non c’è stato nulla da fare, i sanitari ne hanno constatato il decesso sul posto. “Era stimato e benvoluto da tutti”, dichiara il sindaco di Capri Marino Lembo, che ha espresso il suo cordiglio alla famiglia del giovane autista.

L’incidente è avvenuto intorno alle 11.30. Il minibus era partito dal porto di Marina Grande e aveva percorso alcuni metri di via Marina Grande. Mentre percorreva una salita ha urtato una ringhiera di protezione del marciapiede precipitando lungo una scarpata per una ventina di metri, finendo la sua corsa contro uno stabilimento balneare.

Sul posto sono intervenuti i sanitari, che hanno trasportato i feriti all’ospedale, i carabinieri e la polizia di Stato che indaga sulla vicenda. Il decesso dell’autista è stato accertato sul luogo dell’incidente. Sull’isola sono arrivati medici e infermieri a bordo di elicotteri della polizia di Stato provenienti da Napoli e sono stati mobilitati tutti i medici presenti a Capri.

Due persone rimaste ferite sono assistite in camera operatoria all’ospedale Capilupi, in attesa di trasferimento all’Ospedale del Mare. Altri feriti stanno ricevendo cure e sono in fase di stabilizzazione emodinamica e assistenza respiratoria, in attesa di trasferimento. Delle persone coinvolte, 4 sono di nazionalità francese e libanese. I pazienti che necessitano di essere trasferiti all’Ospedale del Mare di Napoli verranno spostati con l’ausilio dei due elicotteri del Servizio regionale emergenza 118 della Asl Napoli 1 Centro.

Il bilancio dell’incidente sarebbe potuto essere ben più grave: il minibus è precipitato contro lo stabilimento, a pochissimi metri dal solarium, dove i bagnanti stavano prendendo il sole. Tra i primi ad arrivare sul posto, intorno alle 11.30, sono stati i militari della Guardia di finanza, impegnati poco distanti in controlli anti Covid nel porto. I finanzieri, in attesa dell’arrivo dei soccorsi e dei medici, hanno aiutato le persone a uscire dal bus.

Sul posto è arrivato il magistrato di turno. Si aspetta anche l’intervento della polizia scientifica che eseguirà i rilievi sul mezzo, per valutare eventuali guasti meccanici al bus. Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco, impegnati nelle operazioni di messa in sicurezza.

Stamattina la funicolare di Capri era ferma per un guasto ma il fatto non ha avuto ripercussioni sulla circolazione dei bus. Io sono sul posto ma al momento ancora non è chiaro il quadro della situazione” ha affermato all’Adnkronos il sindaco di Capri Marino Lembo, giunto a Marina Grande. che ha rivolto un “plauso doveroso alla macchina dei soccorsi che è stata immediata ed efficiente”.

“La priorità in questo momento è aiutare i feriti e dare assistenza alle famiglie. Lo sforzo è massimo. La macchina dei soccorsi è stata efficace. E’ arrivato poco fa il magistrato per i sopralluoghi. Ora non possiamo fare altro che aiutare i soccorsi. Siamo vicini alla famiglia dell’autista deceduto, un bravo ragazzo che tutti conoscevamo” ha detto Lembo.

“Al momento ci stiamo preoccupando di soccorrere i feriti, non abbiamo ancora capito la dinamica dell’accaduto. Abbiamo mandato i nostri medici e la Protezione civile in soccorso” ha dichiarato all’Adnkronos Francesco Cerrotta, il vicesindaco di Anacapri .

Tanta paura ma nessun ferito tra i clienti e il personale del ristorante e stabilimento balneare ‘Da Gemma’ di Capri dove il minibus è precipitato colpendo parte della struttura. “Tanta paura. Il pullman ha sfondato la barriera ed è rotolato giù. Fortunatamente non ci sono stati feriti tra clienti, bagnanti e personale – ha detto all’Adnkronos Gemma, la titolare del ristorante e stabilimento – I clienti li abbiamo lasciati liberi di lasciare la struttura. Credo che sarebbe potuta essere una tragedia ben peggiore. Il mezzo avrebbe potuto rotolare fino al solarium, ma così non è stato”.

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684