Mercoledì di sangue sulle strade siciliane, una donna morta a Triscina - QdS

Mercoledì di sangue sulle strade siciliane, una donna morta a Triscina

Web-mp

Mercoledì di sangue sulle strade siciliane, una donna morta a Triscina

Web-mp |
mercoledì 13 Ottobre 2021 - 20:27

Nel primo pomeriggio di oggi, hanno perso la vita due giovanissimi a Raffadali, proclamato il lutto cittadino, la città è sotto shock

Una donna è morta e un uomo è rimasto ferito in un incidente stradale avvenuto sulla strada provinciale 8 nella zona di Triscina nel trapanese. Nel primo pomeriggio avevano perso la vita Gaetano Maragliano e Martina Alaimo. Lui aveva compiuto 17 anni pochi giorni fa e lei aveva 16 anni. In sella ad un’Aprilia 125, si sarebbero scontrati contro un Range Rover.

A Triscina, nel luogo dell’incidente mortale, sono intervenute diverse ambulanze del 118 e i carabinieri per eseguire i rilievi e accertare le responsabilità. I vigili del fuoco hanno estratto una persona rimasta incastrata nell’auto.

La ricostruzione dello scontro mortale nel trapanese

La vittima viaggiava a bordo di una Mercedes che, per cause che sono in corso di accertamento, è finita violentemente contro il guard rail. Alla guida dell’auto c’era un uomo che è stato trasportato presso l’ospedale “Vittorio Emanuele II” di Castelvetrano. La donna è morta sul colpo.

A Raffadali “La città è sotto shock”

“Siamo increduli e fortemente scossi per la tragedia che ha devastato la nostra piccola comunità. Nessuno di noi riesce a darsi pace per questa disgrazia. Ci uniamo al dolore e alla disperazione delle famiglie di Gaetano Maragliano e Martina Alaimo, due diciassettenni che erano nel fiore della vita, due figli di Raffadali”. Lo ha detto, mentre si trova a Roma, il sindaco di Raffadali Silvio Cuffaro.

“I due ragazzi stavano tornando da scuola, da Agrigento, – ha spiegato il primo cittadino – . Pioveva, anche a dirotto, e hanno perso il controllo della moto”. Cuffaro senza alcuna esitazione ha già deciso: sarà lutto cittadino il giorno in cui verranno celebrati – non si sa, naturalmente, ancora quando – i funerali dei due adolescenti di Raffadali. “E’ l’unico modo per stringerci concretamente accanto alle famiglie. Sono persone che conosciamo e stimiamo tutti”.

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684