Inps, per un pensionato su tre assegno mensile sotto i 1.000 euro - QdS

Inps, per un pensionato su tre assegno mensile sotto i 1.000 euro

redazione

Inps, per un pensionato su tre assegno mensile sotto i 1.000 euro

giovedì 11 Luglio 2019 - 00:00
Inps, per un pensionato su tre assegno mensile sotto i 1.000 euro

Sono 5,3 su 15,4 milioni. Di questi, oltre 1,6 milioni riceve una pensione sotto i 500 euro. Presentata ieri la relazione annuale dell’Istituto nazionale di statistica

ROMA – Un pensionato su tre riceve una pensione inferiore ai mille euro. Su una platea di 15.426.847 di pensionati, sono infatti oltre 5,3 milioni i pensionati che percepiscono un assegno mensile lordo inferiore ai mille euro. Di questi, oltre 1,6 milioni ricevono una pensione inferiore ai 500 euro al mese.
È quanto evidenziato dalla relazione annuale dell’Inps.
Alla fine del mese di giugno, complessivamente, sono pervenute 154.095 domande per Quota 100.

“Sulla base del trend dei primi sei mesi di applicazione, alla fine dell’anno il numero atteso delle pensioni in pagamento sarà pari a circa 205.000, per una spesa complessiva annua pari a 3,6 miliardi”. A fornire la cifra è il presidente dell’Inps, Pasquale Tridico, ricordando che il governo stimava 290mila beneficiari nel 2019.

Nei primi sei mesi di vigenza della misura, che consente l’anticipo rispetto al pensionamento ordinario se si hanno almeno 62 anni di età ed almeno 38 anni di contributi, il numero delle domande pervenute si è concentrato nei mesi di gennaio e febbraio (67,2%) per poi scemare progressivamente.

Guardando alle differenze territoriali, di gestione e di genere si nota che la gran parte delle domande sono state presentate nelle regioni del Nord (40,2%) e del Mezzogiorno (38%), prevalentemente da uomini (73,9%) e da assicurati delle gestioni private (67,3%). Il 32,7% delle domande sono state presentate da iscritti alle Gestioni pubbliche, di cui il 45,9% si collocano nel Mezzogiorno, il 32,9% nel Nord e il 21,1% nelle regioni del Centro Italia. L’86% delle domande del pubblico impiego proviene dal comparto degli enti locali e da quello del corpo docente della scuola. Il 2,2% dal comparto del personale sanitario. La distribuzione per età evidenzia una concentrazione tra i 63 e i 64 anni, senza differenze significative tra uomini e donne.

Mediamente l’importo della pensione mensile per le domande accolte è pari a circa 1.900 euro, con scostamenti che dipendono dal genere e dall’area geografica: il genere femminile percepisce una pensione inferiore a quella media del 22,1% nel settore privato e di solo il 5,9% nel settore pubblico; l’importo medio mensile regionale lordo più alto risulta pari a 2.371 euro in Lombardia, quello più basso, pari a 1.649 euro, in Basilicata.
“Siamo, in ogni caso, al di sotto della previsione annua stanziata in sede di approvazione della Legge n. 26/2019: si tratta di un numero di beneficiari inferiore del 29% a quello che era stimato in quella sede (290mila per il 2019)”, ha concluso Tridico.

A fine giugno, dopo tre mesi di operatività, risultano percettori di reddito o di pensione di cittadinanza circa 840 mila nuclei (di cui oltre 102.833 destinatari di pensioni di cittadinanza) per un numero complessivo di individui coinvolti che supera 2 milioni. Sono 319.324 i single che percepiscono il reddito di cittadinanza. L’importo medio è di 489,90 euro, passando da un minimo di 387 euro mensili a un massimo di circa 626 euro in corrispondenza dei nuclei con cinque componenti.

Tag:

Potrebbe interessarti anche:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684