L’instabilità nazionale una condanna per il Sud - QdS

L’instabilità nazionale una condanna per il Sud

Carmelo Lazzaro Danzuso

L’instabilità nazionale una condanna per il Sud

venerdì 22 Luglio 2022 - 06:40

Con la fine del Governo Draghi si rischia un colpo di grazia per la già fragile economia del Mezzogiorno

PALERMO – Quelle che si pensava potessero essere soltanto semplici nubi in un cielo estivo, con qualche tuono e nulla più, alla fine si sono trasformate in una tempesta che ha colpito con forza quasi inattesa il Governo italiano e mandato in pezzi l’Esecutivo retto da Mario Draghi.

Gli strappi del Movimento 5 stelle prima e di Lega e Forza Italia dopo hanno spinto il premier a confermare le proprie dimissioni davanti al Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, proiettando l’Italia verso il voto e piantando numerosi interrogativi sul futuro del Paese e in particolare per le zone più deboli dal punto di vista economico-sociale, come il Mezzogiorno e la Sicilia.

È difficile non vedere nubi scure all’orizzonte

Si parla già di voto a ottobre o addirittura a settembre, ma è difficile non vedere nubi scure all’orizzonte. Le elezioni porterebbero a un nuovo Governo e quindi a un nuovo presidente del Consiglio, intorno a dicembre e ciò comporterebbe adottare l’Esercizio provvisorio, ovvero far muovere tutto l’apparato statale sulla base dei dati dell’anno precedente e l’impossibilità di effettuare qualunque riforma… CONTINUA LA LETTURA. QUESTO CONTENUTO È RISERVATO AGLI ABBONATI

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI
ABBONATI PER CONTINUARE LA LETTURA

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684