Intimidazione a candidato sindaco di Pettineo, mozzate testa e ali di due aquile - QdS

Intimidazione a candidato sindaco di Pettineo, mozzate testa e ali di due aquile

web-la

Intimidazione a candidato sindaco di Pettineo, mozzate testa e ali di due aquile

web-la |
venerdì 22 Ottobre 2021 - 14:25

Nemmeno il tempo di ufficializzare, e solo con gli amici, la sua candidatura alle prossime elezioni come sindaco di Pettineo, che qualcuno durante la notte ha pensato di mandargli un messaggio

Nemmeno il tempo di ufficializzare, e solo con gli amici, la sua candidatura alle prossime elezioni come sindaco di Pettineo nel 2022, che qualcuno durante la notte ha pensato di mandargli un messaggio. Intimidatorio.

E con segnali che appartengono ad una cultura mafiosa, fatti di codici da interpretare ma che, purtroppo, non ci vuole poi molto a capire.

E’ accaduto a Pino Barberi, sindaco di Pettineo per dieci anni e da 30 anni in politica, che questa mattina ha trovato le aquile in cemento sopra il cancello della sua casa di campagna mozzate: senza testa, senza un’ala. Come dire: meglio che ti tarpi le ali, ed è meglio se stai zitto e non parli.

Barbieri, come detto, giusto ieri sera aveva ufficializzato la sua discesa in campo con una trentina di persone, in un ristorante, approfittando anche per festeggiare il suo compleanno (che è oggi).

Qualcuno evidentemente ha saputo e ha voluto dargli il suo personalissimo regalo: dopotutto, Pettineo è una cittadina con meno di 2000 abitanti, non è difficile sapere le cose.

“Siamo stati contattati verso le 8.30 da un amico che ha visto quello che era successo a casa mia, il messaggio mi sembra abbastanza chiaro – dice Barberi – Come è chiaro che non mi faccio intimidire e che vado avanti per la mia strada. Non mi tarperò le ali e non mi starò certo zitto. Ho denunciato tutto ai carabinieri, contro ignoti”.

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684