Istat, nel III trimestre Pil in crescita del 16,1% - QdS

Istat, nel III trimestre Pil in crescita del 16,1%

redazione

Istat, nel III trimestre Pil in crescita del 16,1%

venerdì 30 Ottobre 2020 - 13:15

L’economia italiana è ripartita. Nel terzo trimestre del 2020 il prodotto interno lordo (Pil), corretto per gli effetti di calendario e destagionalizzato, è aumentato del 16,1% rispetto al trimestre precedente, mentre è diminuito del 4,7% in termini tendenziali. È la stima preliminare del Pil diffusa dall’Istat. Il “marcato recupero del terzo trimestre – è il commento dell’Istat – riporta il volume del Pil ai livelli registrati nella prima metà del 2015”.

Il terzo trimestre del 2020 ha avuto quattro giornate lavorative in più rispetto al trimestre precedente e una giornata lavorativa in più rispetto al terzo trimestre del 2019. La variazione congiunturale è la sintesi di un aumento del valore aggiunto sia nel comparto dell’agricoltura, silvicoltura e pesca, sia in quello dell’industria, sia in quello dei servizi. Dal lato della domanda, vi è un contributo positivo sia della componente nazionale (al lordo delle scorte), sia di quella estera netta. La variazione acquisita per il 2020 è pari a -8,2%.

“L’economia italiana, dopo la forte contrazione registrata nella prima metà dell’anno per gli effetti economici dell’emergenza sanitaria registra – ha osservato l’Istat – un consistente recupero nel terzo trimestre, misurato da una crescita congiunturale del Pil pari a 16,1%”. La ripresa “è diffusa a tutti i comparti economici e dal lato della domanda è trainata sia dalla componente nazionale (al lordo delle scorte), sia dalla componente estera. A causa delle flessioni dei precedenti due trimestri dell’anno, nel confronto con il terzo trimestre del 2019 la variazione resta negativa nella misura del 4,7%”

Gualtieri: “Rimbalzo sopra attese, stime Nadef valide”
Il rimbalzo del Pil nel terzo trimestre riportato da Istat “è superiore a quanto stimato dalla maggior parte previsori” e dallo stesso governo e “testimonia la capacità di risposta della nostra economia e l’efficacia delle misure decise dal governo”. Così ha commentato i nuovi dati sul Prodotto interno lordo il ministro dell’Economia, Roberto Gualtieri intervenendo alla 96esima giornata mondiale del risparmio dell’Acri. L’entità del rimbalzo “è tale – ha aggiunto il ministro – che la previsione sul Pil contenuta nella Nadef resterà valida anche” nel quarto trimestre si verificasse un calo.

Confesercenti: “Rimbalzo estivo sopra attesa ma stop in autunno”
“Un rimbalzo estivo sopra le attese che però è immediatamente pregiudicato dalle difficoltà del quarto trimestre: secondo le nostre stime, la seconda ondata e le restrizioni varate per le imprese bruceranno quasi altri 10 miliardi di consumi”. Così ha commentato invece il presidente nazionale di Confesercenti, Patrizia De Luise.

“Abbiamo scritto al presidente del Consiglio Giuseppe Conte e ai ministri Roberto Gualtieri e Stefano Patuanelli – ha aggiunto – per chiedere l’avvio immediato di un tavolo di monitoraggio che permetta di valutare l’impatto di questa fase sulle imprese. L’effetto negativo, infatti, non investe solo le imprese interessate dai provvedimenti di chiusura o limitazione delle attività sanciti dall’ultimo Dpcm. A soffrire la seconda ondata sono moltissimi comparti, dall’intermediazione al commercio, troppi dei quali rischiano di rimanere esclusi dai sostegni previsti dal Dl Ristori”.

“Un tavolo di monitoraggio – ha concluso De Luise – è necessario anche per valutare, preventivamente, le misure necessarie qualora, come sembra da indiscrezioni di stampa, si dovesse arrivare ad un nuovo lockdown”.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684