Ius soli, Enrico Letta, "Sarà come il delitto d'onore" - QdS

Ius soli, Enrico Letta, “Sarà come il delitto d’onore”

redazione web

Ius soli, Enrico Letta, “Sarà come il delitto d’onore”

venerdì 20 Agosto 2021 - 06:50

Per il leader del Pd fra trent'anni si guarderà al tema come a qualcosa di scontato, ecco perché "è assurdo aspettare tutto questo tempo". E parla della risalita dem, delle riforme e di Mario Draghi

“E’ per noi una bandiera fondamentale, perché sarà l’Italia di domani così, è assurdo aspettare tutto questo tempo”.

Lo ha detto il segretario del Pd Enrico Letta parlando dello Ius soli.

“Fra trent’anni – ha spiegato – guarderemo al tema dello ius culturae e dello ius soli come oggi noi guardiamo a quello che fu il tema del delitto d’onore, anche se adesso in Parlamento su un’iniziativa di questo genere abbiamo faticato, fatichiamo e faticheremo a renderla maggioritaria”.

Parlando del Pd, il segretario Dem ha sottolineato: “abbiamo ricominciato a recuperare voti fra i giovani, questo mi fa piacere perché se non troviamo il modo di mettere i giovani al centro del nostro sistema non facciamo un servizio al Paese”.

E ha aggiunto: “Ci candidiamo a vincere le prossime amministrative”.

Sul governo, il leader dem ha poi ribadito che “questa è una situazione eccezionale, il Paese ha bisogno di unità nazionale per spendere i fondi europei” ma “questa è la prima e l’ultima volta che governiamo con Salvini: lo giuro”.

“Questa legislatura – ha concluso – terminerà nell’aprile del 2023, ma nel frattempo si possono fare riforme importanti: giustizia, ius soli, suicidio assistito. Se terminasse a febbraio 2022, butteremmo via l’occasione”.

E sull’ipotesi di andare al voto mandando Draghi al Quirinale ha detto: “oggi la vera forza che abbiamo è la credibilità di Draghi a Palazzo Chigi”.

Tag:

Articoli correlati

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684