La Banca Agricola Popolare di Ragusa anticipa il pagamento delle pensioni - QdS

La Banca Agricola Popolare di Ragusa anticipa il pagamento delle pensioni

redazione

La Banca Agricola Popolare di Ragusa anticipa il pagamento delle pensioni

giovedì 26 Marzo 2020 - 11:19
La Banca Agricola Popolare di Ragusa anticipa il pagamento delle pensioni

La BapR, al fine di dare un ulteriore concreto supporto in questo momento di emergenza al suo territorio d’elezione, a partire da oggi 26 marzo provvederà all’accredito delle pensioni di tutti i suoi clienti.

L’iniziativa, tra l’altro, per quanti ancora ricevono l’accredito su depositi a risparmio, consentirà un afflusso più graduale presso i propri sportelli, da regolare previo appuntamento.

La decisione, assunta dalla Banca in deroga al normale flusso dei pagamenti e con conseguenti oneri a suo carico, rientra tra le misure adottate dall’Istituto per garantire anche la tutela della salute dei dipendenti e dei clienti.

Solo nel periodo da oggi, giovedì 26 marzo, e fino a mercoledì 1° aprile tutte le filiali della Bapr saranno aperte al mattino. Dal 2 aprile saranno ripristinati gli orari ed i giorni di apertura limitati, già adottati dalla banca in questo particolare periodo di emergenza sanitaria.

Tutti i dettagli dell’iniziativa ed i numeri telefonici dei singoli sportelli sono disponibili sul sito della banca all’indirizzo www.bapr.it.

La Bapr rinnova l’invito a ricorrere al massimo a tutti gli strumenti di operatività a distanza fruibili (sito Web, App, ATM, Versafacile, registrazione telefonica per compravendita titoli) ed a recarsi in filiale, previo appuntamento, solo in caso di impellenti esigenze. Questo vale a maggior ragione nei primi giorni di pagamento delle pensioni, ossia dal 26 marzo al 1 aprile.

Si tratta di una decisione importante, assunta a supporto di tutti i clienti e del territorio, che si aggiunge alle tante altre iniziative già comunicate dalla Banca in questi giorni – spiega Saverio Continella, Direttore Generale della Bapr –. Tra l’altro si intende tutelare al massimo i nostri dipendenti ed i nostri pensionati. Solidarietà, responsabilità, senso civico, collaborazione rimangono parole chiave di questo particolarissimo momento storico.”

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684