Lega al 24,6% cala ancora ma Pd non ne approfitta - QdS

Lega al 24,6% cala ancora ma Pd non ne approfitta

Patrizia Penna

Lega al 24,6% cala ancora ma Pd non ne approfitta

mercoledì 13 Maggio 2020 - 12:49
Lega al 24,6% cala ancora ma Pd non ne approfitta

Sondaggio Ixé, gradimento politici: Conte in testa. M5s consolida consenso (16,9%), Fdi al 14%. Riaperture differenziate, italiani con il Governo: scelgono la prudenza

Prosegue anche questa settimana, seppure meno accentuato, il calo della Lega, che scende al 24,6%.
Non riduce, però, le distanze il Pd, che perde lo 0,9%, arretrando al 22%. è quanto emerge da un sondaggio Ixè sulle intenzioni di voto condotto per Carta Bianca su Rai 3.

Consolidano il proprio consenso il Movimento 5 Stelle (16,9%) e, soprattutto, Fratelli d’Italia (14,2%). Tra le liste che non raggiungono la doppia cifra, si deve segnalare la crescita di Azione, che sale al 2%.
I livelli di fiducia nei politici vedono una tendenziale conferma del quadro della scorsa settimana, con alcune flessioni (-1 Meloni, -2 Salvini) e qualche rafforzamento (+1 Di Maio e Berlusconi) che comunque non mutano la gerarchia complessiva dei gradimenti: Conte in testa (59%), Meloni la prima inseguitrice (34%) e gli altri più arretrati.

Nell’attuale situazione, il Governo conferma ancora il buon gradimento (58%), largamente associato all’apprezzamento della gestione dell’emergenza sanitaria, per cui si registrano tra i cittadini segnali di sollievo sul versante sanitario.

Rispetto alla fase 2, domina ancora tra i cittadini un atteggiamento prudenziale e una certa diffidenza sui comportamenti individuali: per il 62% una corretta gestione richiede controlli severi da parte delle forze dell’ordine e non è sufficiente affidarsi al buonsenso dei singoli.
Rispetto alle richieste di anticipare le aperture avanzate da alcune Regioni, poi, la maggioranza degli italiani si schiera col Governo, sostenendo l’opportunità di attendere un’altra settimana prima di decidere le riaperture differenziate. Ad una minore preoccupazione sul fronte sanitario, come già evidenziato nelle scorse settimane, corrisponde però una crescente preoccupazione per le conseguenze economiche: il 44% degli intervistati dichiara di temere, per sé o per i familiari, la perdita del posto di lavoro

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684