Libia, l’Onu chiede cessate il fuoco duraturo - QdS

Libia, l’Onu chiede cessate il fuoco duraturo

redazione

Libia, l’Onu chiede cessate il fuoco duraturo

venerdì 14 Febbraio 2020 - 00:00

TRIPOLI – L’approvazione della risoluzione Onu sulla Libia “è un segnale forte al popolo libico del fatto che il Consiglio di Sicurezza sostiene la sua richiesta di pace, stabilità e di un futuro più luminoso”: è quanto si legge nel comunicato diffuso dalla missione Onu in Libia (Unsmil) dopo il via libera alla risoluzione 2510, arrivato con 14 sì e l’astensione della Russia.

Nella nota si precisa che la risoluzione “approva le conclusioni della conferenza internazionale sulla Libia”, che si è tenuta a Berlino il 19 gennaio scorso, “afferma la necessità di un cessate il fuoco duraturo, chiede il pieno rispetto da parte di tutti gli Stati membri dell’embargo sulle armi, ed esprime sostegno inequivocabile all’inviato speciale Onu per la Libia, Ghassan Salame, e al dialogo intra-libico in corso con la medizione dell’Unsmil”.

Nella risoluzione 2510 si sottolinea “la necessità di un cessate il fuoco duraturo senza precondizioni”, si esprime preoccupazione per “il crescente coinvolgimento di mercenari” nel conflitto in corso dallo scorso aprile, quindi si evidenzia l’impegno assunto dai partecipanti alla conferenza di Berlino per il rispetto dell’embargo Onu sulle armi, “che comprende anche la cessazione di ogni sostegno e il ritiro di tutti i mercenari armati”, e “si chiede agli Stati membri di non intervenire nel conflitto”.

Nel testo viene anche espressa preoccupazione per l’aggravarsi delle condizioni umanitarie nel Paese, “con il deterioramento delle condizioni di vita e mancanza di servizi di base, e per la situazione in cui si trovano migranti, rifugiati e sfollati interni”.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684