Locazioni, contratti a “canone concordato” Caltagirone aderisce ad accordo sindacati - QdS

Locazioni, contratti a “canone concordato” Caltagirone aderisce ad accordo sindacati

redazione

Locazioni, contratti a “canone concordato” Caltagirone aderisce ad accordo sindacati

mercoledì 26 Febbraio 2020 - 00:00
Locazioni, contratti a “canone concordato” Caltagirone aderisce ad accordo sindacati

È il primo comune della provincia catanese in cui viene presentata ufficialmente l’iniziativa

CALTAGIRONE – Le organizzazioni sindacali degli inquilini e degli assegnatari Sunia, Sicet, Uniat e Federcasa e le associazioni dei proprietari Confedilizia, Uppi e Asppi hanno presentato all’Amministrazione comunale di Caltagirone l’accordo decentrato valido per il territorio comunale, utile per la stipula dei contratti a canone concordato.

L’accordo, che sarà pubblicato sul sito del Comune ed è consultabile nei siti delle organizzazioni firmatarie, recepisce le previsioni normative del decreto del ministero delle Infrastrutture del gennaio 2017, oltre ad aver operato una verifica dei canoni sia per renderli maggiormente aderenti alle condizioni socio-economiche della popolazione, che per valorizzare le condizioni degli immobili.

Nell’accordo è stata introdotto quanto previsto dal decreto ministeriale e dalle circolari dell’Agenzia delle Entrate circa la necessaria attestazione dei contratti a canone concordato, che sarà effettuata dalle organizzazioni firmatarie, in modo da comprovare la congruità economica e normativa dell’atto. I segretari generali dei sindacati degli inquilini Giusi Milazzo per il Sunia, Francesco Nicolosi per il Sicet, Giuseppe Camarda per l’Uniat e Santo Schilirò per Federcasa hanno sottolineato il valore dell’accordo decentrato, che contrasta il mercato nero degli affitti, mentre interviene a calmierare i canoni servendo da strumento importante tra le politiche pubbliche in ambito abitativo.

Gli aspetti positivi dell’accordo sono stati sottolineati pure dai rappresentanti di Confedilizia (Carlo Bentivegna), Uppi (Claudia Caruso) e Asppi (Mario Messina).

Il sindaco, Gino Ioppolo, ha accolto con entusiasmo l’iniziativa delle organizzazioni sindacali e delle associazioni dei proprietari, evidenziando “l’importanza e il valore sociale dell’accordo decentrato” e ringraziando le organizzazioni per aver scelto Caltagirone come primo Comune della provincia in cui presentare ufficialmente l’accordo, che da oggi potrà essere applicato nella stipula dei nuovi contratti.

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684