Lockdown, gli italiani appassionati di manuali e libri di self-help - QdS

Lockdown, gli italiani appassionati di manuali e libri di self-help

redazione

Lockdown, gli italiani appassionati di manuali e libri di self-help

sabato 28 Novembre 2020 - 00:00

È ormai noto alle cronache che gli italiani sono soliti leggere poco. Secondo le statistiche, il 50% della popolazione del nostro Paese legge appena un libro all’anno e l’altro 50% neanche uno. Numeri questi che fanno indubbiamente effetto se consideriamo che il nostro è da sempre un Paese di grandi scrittori e di grandi letterati.

Tuttavia c’è un altro elemento da tenere in considerazione: la chiusura forzata generata dal lockdown ha cambiato le abitudini di molti di noi anche in ambito editoriale. I numeri attuali segnano infatti un +100% di libri letti in casa soprattutto in formato ebook, con la conseguente esplosione di Amazon e delle altre librerie online. La ragione? Da un lato la chiusura delle librerie fisiche dall’altro il tanto tempo libero a disposizione in casa.

I libri più letti rimangono i manuali di crescita personale, dall’autostima alla motivazione, dal come affrontare le proprie paure a quelli di carattere psicologico. Anche i libri di business e strategia vanno molto bene: imprenditori e professionisti oggi più che mai sono alla ricerca di soluzioni, anche di carattere professionale, per venire fuori dalla crisi attuale.

Secondo le classifiche di Bruno Editore, l’autore più venduto in questi mesi è Giacomo Bruno che ha all’attivo ben 27 libri formativi che spaziano dalla crescita personale a quella professionale e finanziaria. L’autore romano, che è anche un noto book-influencer, sa come raggiungere migliaia di download ad ogni lancio. Con la sua casa editrice aiuta infatti i propri Autori a scalare le classifiche Amazon, consentendo loro di raggiungere migliaia di lettori in tutta Italia. Sono oltre 2.000.000 gli italiani che ad oggi hanno letto almeno un libro pubblicato da Bruno.

“La nostra è una realtà aziendale molto diversa dalle altre che operano in questo stesso settore. Il nostro obiettivo è infatti quello di promuovere imprenditori e liberi professionisti sul mercato editoriale, così da condividere con i lettori le proprie conoscenze, aumentando allo stesso tempo la propria autorevolezza e le entrate del proprio business” ha dichiarato Giacomo Bruno.
“Da inizio anno abbiamo superato le 150.000 copie in formato digitale. A dimostrazione del fatto che trovare opportunità di rilancio, anche in momenti difficili come quello attuale, è realmente possibile”.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684