M5s, "Musumeci taglia al Banco alimentare e finanzia Ambelia" - QdS

M5s, “Musumeci taglia al Banco alimentare e finanzia Ambelia”

redazione

M5s, “Musumeci taglia al Banco alimentare e finanzia Ambelia”

lunedì 18 Novembre 2019 - 10:10
M5s, “Musumeci taglia al Banco alimentare e finanzia Ambelia”

La deputata pentastellata Jose Marano attacca il governo, "Inaccettabile che la Regione tagli i fondi per la solidarietà mentre spende dieci milioni di euro per i cavalli cari al Governatore"

“È inaccettabile il taglio, tra l’altro retroattivo, dei fondi per la Fondazione Banco Alimentare mentre si elargiscono dieci milioni per i cavalli cari a Musumeci ad Ambelia. Si rischia di far venire meno una grandissima opera di solidarietà sociale che aiuta migliaia di siciliani in condizioni di povertà”.

Lo ha affermato la deputata del Movimento Cinque Stelle all’Ars Jose Marano, a seguito della denuncia pubblica del presidente del Banco Alimentare della Sicilia orientale Pietro Maugeri che ha reso noto un taglio dell’88% dei fondi utili per l’affitto dei magazzini e il trasporto del cibo che viene donato.

“Chiediamo al governo della Regione – ha aggiunto – di recuperare le somme necessarie e di reintegrarle per far sì che la macchina della solidarietà possa proseguire nel suo meritorio lavoro. La Regione, inoltre, faccia una ricognizione dei tantissimi immobili di proprietà in modo tale da poterli concedere come basi logistiche e magazzini al Banco Alimentare”.

“Dal canto mio – ha detto ancora -, proporrò ai colleghi del Movimento 5 Stelle, di studiare una soluzione definitiva che metta il Banco alimentare e altri enti del terzo settore al riparo dai tagli”.

Secondo la deputata regionale pentastellata serve “una riflessione del sistema di erogazione dei contributi così come attualmente concepito”.

“Chi opera in settori di interesse generale e in ambito sociale e socio sanitario – ha spiegato – deve poter contare su contributi certi. La Colletta Alimentare aiuta oltre 227mila siciliani in difficoltà, distribuendo donazioni ed eccedenze alimentari a oltre settecento strutture. Un’esperienza straordinaria che dura da anni e che rischia di essere depotenziata a causa di questo taglio incomprensibile e ingiusto comunicato agli interessati solo lo scorso mese di ottobre e che depotenzia l’intera struttura”.

“Chi – ha concluso Jose Marano – ha sempre sperato e contato nell’aiuto della Colletta Alimentare, per avere almeno un pasto e per sfamare i propri figli, adesso potrebbe non avere nemmeno questo importante supporto”.

Potrebbe interessarti anche:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684