Maltempo, ancora emergenza, scuole chiuse in mezza Sicilia - QdS

Maltempo, ancora emergenza, scuole chiuse in mezza Sicilia

redazione

Maltempo, ancora emergenza, scuole chiuse in mezza Sicilia

martedì 12 Novembre 2019 - 08:54
Maltempo, ancora emergenza, scuole chiuse in mezza Sicilia

Allerta rosso sulla parte orientale dell'Isola, arancione nell'altra. Eolie isolate. Ieri una tromba d'aria si è abbattuta nell'Agrigentino, una frana ha isolato Niscemi, detriti e massi sulla Statale 113. Le Ferrovie hanno sospeso alcuni collegamenti

E’ sempre la perturbazione proveniente dall’Africa a stringere la Sicilia nella morsa del maltempo portando piogge, venti forti e mareggiate, che hanno causato considerevoli danni nell’Isola. Oggi scuole chiuse in gran parte della Sicilia orientale, ossia nel Catanese, nel Siracusano e nel Ragusano, e timore che possano ripetersi gli episodi di ieri.

Tromba d’aria nell’Agrigentino

La maggiore paura è stata quella per i tetti scoperchiati e per i cartelloni pubblicitari finiti sulle autovetture posteggiate nella zona del porto di Licata (Agrigento), dove una tromba d’aria (nella foto) ha seminato terrore e causato notevoli danni.

Paura anche per il fiume Salso, che rischiava di esondare.

Il Libero consorzio comunale di Agrigento ha chiuso la provinciale fra Siculiana e Raffadali: il livello dell’acqua ha infatti raggiunto l’altezza di un piccolo ponte che attraversa la strada.

Frana blocca strada, Niscemi quasi isolata

Chiusa la strada provinciale 10 “Ponte Olivo”, che collega Niscemi alla statale Gela-Catania.

Ieri pomeriggio, a causa del maltempo, una voragine di mezzo metro si è aperta su una parte della carreggiata e così il Libero consorzio di Caltanissetta ha disposto la chiusura della strada, utilizzata dai niscemesi dopo la chiusura, almeno un anno fa, della Sp 12 per il cedimento del manto.

“Stiamo vivendo grosse difficoltà – ha detto il sindaco di Niscemi Massimiliano Conti – intanto abbiamo già attivato la protezione civile regionale. Al momento l’unica strada praticabile è la provinciale 11 Niscemi-Vittoria-Gela”. L’ospedale più vicino alla comunità (Niscemi ha un presidio di primo soccorso) che conta quasi 30 mila abitanti (terzo comune della provincia) è quello di Gela, che a causa delle due strade non percorribili, si trova a circa 50 minuti. Sul versante ovest Niscemi resta isolata.

Eolie isolate, “fiume” di pomice a Lipari

Da ieri pomeriggio le Eolie sono isolate per il forte vento di scirocco.

Aliscafi e traghetti sono fermi e nel porto di Milazzo sono bloccati i tanti pendolari che si recano nell’arcipelago per lavoro, come insegnanti, medici, impiegati.

Fermi anche camion carichi di derrate alimentari e autocisterne di carburanti.

La pioggia torrenziale caduta sull’isola ha formato un vero “fiume” d’acqua e pomice arrivato fino a Canneto, sull’isola di Lipari

L’Amministrazione comunale ha inviato una ruspa per ripristinare la circolazione nella zona.

Detriti e massi su SS 113, chiuso tratto Messinese

Oggi, invece, uno smottamento a causa del maltempo è avvenuto sulla strada statale 113 “Settentrionale Sicula” all’altezza di Gioiosa Marea, nel Messinese.

Un tratto di strada, per circa due chilometri, è stato chiuso al traffico in entrambe le direzioni per la presenza sull’asfalto di massi e detriti.

Le Ferrovie sospendono alcuni collegamenti

In base al Bollettino meteo diramato dalla Protezione civile della Regione siciliana per le abbondanti piogge che stanno interessando la Sicilia, dalle 17 di ieri è stata rallentata la circolazione ferroviaria sulla linea Caltanissetta-Gela e nel Trapanese è sospesa fra Dittaino e Motta.

In considerazione del perdurare dell’allerta meteo anche per oggi, è stato riprogrammato con possibili riduzioni il servizio ferroviario sulle linee Messina-Catania-Siracusa, Catania-Palermo e nel Trapanese.

Sospesa precauzionalmente la circolazione sulle linee Siracusa-Modica-Gela-Canicattì e Catania-Caltagirone.

I tecnici di Rfi sono al lavoro per verificare le condizioni dell’infrastruttura e ripristinare le normali condizioni di circolazione.

Programmato un servizio sostitutivo con autobus, che sarà attivato compatibilmente all’evolversi delle condizioni meteo.

Nuovo allerta sulla Sicilia anche per oggi

La Protezione civile ha lanciato anche per oggi un allerta per il rischio di allagamenti e smottamenti: rosso per la Sicilia orientale e arancione per quella occidentale.

Numerose le scuole chiuse domani in vari Comuni del Catanese, compresa Catania, del Siracusano e del Ragusano.

L’elenco delle scuole chiuse oggi

A Catania il sindaco Salvo Pogliese d’intesa con l’assessore comunale alla protezione civile Alessandro Porto, e quello alla Scuola Barbara Mirabella ha firmato ieri l’ordinanza che prevede, per oggi la chiusura degli edifici scolastici di ogni ordine e grado e l’interdizione delle aree pubbliche potenzialmente a rischio quali parchi e giardini pubblici, mercati e cimiteri.

A Siracusa il vicesindaco Pietro Coppa ha disposto la chiusura di tutti gli impianti sportivi cittadini pubblici e privati, cimiteri, scuole di ogni ordine e grado, parchi e giardini pubblici. Chiusi anche il Parco Archeologico della Neapolis, il Castello Eurialo e il Castello Maniace.

Lo stesso provvedimento di chiusura degli istituti scolastici è stato adottato anche dai Comuni della provincia.

Anche tutti i sindaci della provincia di Ragusa hanno emettesso per oggi ordinanze di chiusura delle scuole dopo che ieri diversi temporali e allagamenti si erano registrati nei Comuni iblei e la Fiera campionaria di Vittoria era stata precauzionalmente chiusa al pubblico.

Allerta arancione sulla Sicilia occidentale

Soltanto arancione, per oggi, l’allerta sulla Sicilia occidentale e su Palermo.

La Protezione civile regionale ha diffuso un avviso valido dalle 16 di oggi fino alle 24 di domani in cui si prevedono “venti di burrasca sud-orientali con raffiche di burrasca forte o tempesta. Forti mareggiate lungo le coste esposte; precipitazioni diffuse e persistenti a prevalente carattere di rovescio o temporale. I fenomeni saranno accompagnati da rovesci di forte intensità frequente attività elettrica e forti raffiche di vento”.

L’evoluzione monitorata dalla Protezione civile

Il quadro meteorologico e delle criticità previste sull’Italia è aggiornato quotidianamente in base alle nuove previsioni e all’evolversi dei fenomeni, ed è disponibile sul sito del Dipartimento della Protezione Civile , insieme alle norme generali di comportamento da tenere in caso di maltempo. Le informazioni sui livelli di allerta regionali, sulle criticità specifiche che potrebbero riguardare i singoli territori e sulle azioni di prevenzione adottate sono gestite dalle strutture territoriali di protezione civile, in contatto con le quali il Dipartimento seguirà l’evolversi della situazione.

Potrebbe interessarti anche:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684