Mattarella, “Scorta a Segre mostra intolleranza e odio concreti” - QdS

Mattarella, “Scorta a Segre mostra intolleranza e odio concreti”

Raffaella Pessina

Mattarella, “Scorta a Segre mostra intolleranza e odio concreti”

sabato 09 Novembre 2019 - 00:00
Mattarella, “Scorta a Segre mostra intolleranza e odio concreti”

“Mondo cambia ma umanità e convivenza rimangono”. Minacce alla senatrice: l’intervento di Sergio Mattarella alla cerimonia di inaugurazione dell’Anno Accademico dell’Università Campus Bio-Medico di Roma

ROMA – “Solidarietà, aiuto vicendevole, contro intolleranza, odio, contrapposizione, non sono alternative retoriche, non sono astratte, ma estremamente concrete”. Lo ha detto il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, intervenendo alla cerimonia di inaugurazione dell’Anno Accademico dell’Università Campus Bio-Medico di Roma citando alcuni recenti episodi di razzismo e antisemitismo.

“Se qualcuno arriva a dire in un autobus a una bimba di sette anni non puoi sederti accanto a me perché hai la pelle di colore differente, se si arriva a dover dare ad una donna anziana come Liliana Segre la scorta vuol dire che questi interrogativi non sono né astratti ne retorici ma concreti”, ha rimarcato il Capo dello Stato.

Il Capo dello Stato invita ad ascoltare le richieste che vengono dai bambini: “Una vita serena e una convivenza serena, un modo sereno di stare insieme contro la chiusura egoistica e l’arroccamento. Avere senso di responsabilità contro l’indifferenza e l’irresponsabilità”.

Mattarella sottolinea ancora che questi “non sono sogni, sono indicazioni di comportamento quelle che dai bambini si possono trarre. Il mondo cambia profondamente come è sempre cambiato, ma attraverso i mutamenti c’è qualcosa che rimane costante, ed è la condizione umana, i valori dell’umanità, della convivenza, della solidarietà, il senso di responsabilità”.

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684