Meno fondi ai talassemici, “Si trovino soluzioni” - QdS

Meno fondi ai talassemici, “Si trovino soluzioni”

Raffaella Pessina

Meno fondi ai talassemici, “Si trovino soluzioni”

mercoledì 22 Aprile 2020 - 00:00

Marano (M5s): “Emendamento per rimpinguare capitolo di spesa”
Michele Mancuso (Fi): “I malati vanno tutelati”

PALERMO – Non è piaciuto a diverse parti politiche il taglio deciso dalla giunta regionale al capitolo dei malati di talassemia, patologia diffusa in Sicilia. Sia Forza Italia che Movimento Cinquestelle hanno annunciato di voler chiedere al governo di ritornare sui suoi passi. Il deputato di Forza Italia all’Ars, Michele Mancuso ha detto che si farà carico presso il governo di Musumeci di recapitare le preoccupazioni della categoria. Ricordo – ha detto il Parlamentare – che i talassemici ed emoglobinopatici devono ricevere trasfusioni di sangue con periodicità ogni due settimane e controlli ematici frequenti. Inoltre, solo il 50% dei soggetti affetti da tali patologie svolge una qualche attività lavorativa”.

Il disegno di Legge di Stabilità 2020 approvato il 10 aprile scorso dalla Giunta Regionale, prevede tagli per 2,2 milioni di euro sul capitolo 413706 ‘Indennità vitalizia ai cittadini affetti da Thalassemia ed emoglobinopatie’.

La deputata regionale del M5S Jose Marano ha annunciato la presentazione dell’emendamento in merito.
“Le istituzioni hanno il dovere di stare al fianco soprattutto dei più deboli. Per questa ragione non potevamo rimanere inerti dinanzi alla mannaia della Regione Siciliana che ha tagliato drasticamente I fondi destinati ai talassemici – ha detto Marano -. Un taglio che penalizza i malati gravi che beneficiano di una indennità necessaria per coprire le cure e che stravolgerebbe la vita di oltre 1700 persone specie in un momento così drammatico per tutto il Paese. Di conseguenza ho presentato un emendamento alla legge di stabilità che andrà in votazione nelle commissioni, e poi all’Ars, al fine di aumentare le risorse destinate ai talassemici, d’altronde le risorse si possono prelevare dai capitoli destinati alla formazione”.

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001