Migranti, arrivi a Lampedusa, trasferiti su nave-quarantena - QdS

Migranti, arrivi a Lampedusa, trasferiti su nave-quarantena

redazione web

Migranti, arrivi a Lampedusa, trasferiti su nave-quarantena

giovedì 22 Ottobre 2020 - 06:17

Nell'hotspot, dopo gli sbarchi di ieri, si era arrivati alle trecentotrenta presenze, poi centottantacinque persone sono state imbarcate sulla Rhapsody. Tutti i nuovi arrivati sono stati sottoposti a tampone. Un arresto per l'aggressione nel centro di Siculiana, nell'Agrigentino

Sono 185 i migranti che, ieri a tarda sera, ottenuto l’esito del tampone anti-Covid, sono stati trasferiti dall’hotspot di contrada Imbriacola di Lampedusa (Agrigento) sulla nave quarantena Rhapsody.

Nella struttura d’accoglienza, che ha una capienza massima di 192 persone, ne sono rimaste adesso centosettanta.

Ieri però avevano raggiunto il limite di trecentorenta gli ospiti dell’hotspot di Lampedusa. La notte precedente infatti erano stati registrati sette sbarchi per complessive 253 persone. Tutti sono stati sottoposti a tampone insieme ad altri ventisei arrivati nel corso della giornata.

Un barchino, con undici tunisini a bordo è riuscito infatti ad approdare in giornata mentre un altro, con quindici persone, è stato invece intercettato nelle acque antistanti l’isola da una motovedetta della Capitaneria di porto.

Agenti aggrediti a Siculiana, un arresto

Intanto nel centro d’accoglienza Villa Sikania di Siculiana (Agrigento), un migrante tunisino è stato arrestato con l’accusa di aver aggredito e ferito un ispettore di Polizia in servizio di vigilanza.
All’uomo sono state contestate le ipotesi di reato di violenza, resistenza e lesioni a pubblico ufficiale e, su disposizione del sostituto procuratore di turno di Agrigento, è stato posto agli arresti domiciliari nella stessa Villa Sikania.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684