Migranti, Soldini a Stella, "ti sei comportato da marinaio" - QdS

Migranti, Soldini a Stella, “ti sei comportato da marinaio”

redazione

Migranti, Soldini a Stella, “ti sei comportato da marinaio”

lunedì 08 Luglio 2019 - 02:42
Migranti, Soldini a Stella, “ti sei comportato da marinaio”

Il grande velista milanese elogia il capitano del veliero Alex di Mediterranea e dice, senza mezzi termini, "Se passassi dal Canale di Sicilia farei come lui: : se trascorri 48 ore in mare, i dubbi ti passano"

Da sabato prossimo tornerà a farsi avvolgere dalle onde del Pacifico, fra Los Angeles e Honolulu: disegnerà il tracciato della Transpac, alla quale partecipa a bordo di Maserati, cercando di prendersi un’altra fetta di gloria.

Ma prima della partenza il velista milanese Giovanni Soldini ha voluto elogiare pubblicamente l’amico Tommaso Stella, capitano del veliero Alex di Mediterranea, che ha caricato a bordo una cinquantina di migranti per condurli fino a Lampedusa.

Soldini e Stella hanno regatato a lungo in passato e il sodalizio affettivo fra i due uomini di mare è ancora molto vivo.

“Bravo Tommaso – ha dichiarato Soldini – hai fatto il marinaio. La legge del mare dice che, da sempre, gli uomini in acqua vanno salvati, poi li sbarchi dove ti viene comodo…”.

“Se dovessi passare dal Canale di Sicilia farei esattamente come lui – aggiunge Soldini -, mi stupisco della polemica su questa vicenda. Con Tommaso abbiamo lavorato insieme per cinque anni e anche a me è capitato di essere stato salvato: se trascorri 48 ore in mare, i dubbi ti passano”.

“Da migliaia di anni – ha aggiunto – queste cose esistono. I romani e i greci tiravano su la gente, mica la lasciavano in mare”.

“I distinguo – sottolinea il velista – per quanto mi riguarda, si fanno poi a terra. Se trovi uno che galleggia per miracolo, intanto, lo tiri su e poi lo sbarchi dove ti viene comodo”.

“Cinquanta persone su una barca di 18 metri – ha concluso – è una situazione di sopravvivenza”.

Potrebbe interessarti anche:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684