Lampedusa, Migranti, la piccola Maria nasce subito dopo lo sbarco - QdS

Lampedusa, Migranti, la piccola Maria nasce subito dopo lo sbarco

web-iz

Lampedusa, Migranti, la piccola Maria nasce subito dopo lo sbarco

web-iz |
domenica 01 Agosto 2021 - 14:06

Dopo il parto, la gara di solidarietà che ha donato a mamma e bimba tutto l'occorrente. Il direttore dell'Asp: "La forza della vita irrompe in uno scenario da incubo".

È nata al Poliambulatorio di Lampedusa Maria, 2,5 Kg, figlia di Rita, donna di 38 anni della Costa d’Avorio che sta bene. La mamma era appena sbarcata a Lampedusa e visto l’avanzato stato di gravidanza era stata subito portata al Poliambulatorio.

Minacciava un parto prematuro e subito dal Pte è stato richiesto l’intervento dell’elisoccorso di Palermo, ma poco dopo è iniziato il travaglio e alle 23,40 la piccina è venuta alla luce. La neonata è stata chiamata Maria in onore di Maria Raimondo, infermiera di Corleone, che ha supportato ed assistito la puerpera. L’equipe che ha curato tutte le fasi del parto naturale era composta da Michele Bellanca, medico del Pte; Carmine Palmeri, coordinatore della guardia medica ordinaria di Lampedusa; gli infermieri Maria Raimondo e Salvatore Settecase. Presente anche l’anestesista del 118, Achille Tortorici.

“La forza della vita irrompe in uno scenario da incubo tra mare e sofferenza – ha detto il direttore generale dell’Asp di Palermo, Daniela Faraoni, – La nostra azienda sanitaria con le sue belle persone che svolgono questo lavoro con sacrificio ed abnegazione ha messo un fiocco rosa alla struttura sanitaria di Lampedusa. Ci vuole cuore e la consapevolezza che questo lavoro è soprattutto missione: non è carriera, non è potere, non è facile guadagno e non è arrivismo o conquista della ribalta. È impegno dietro una mascherina con l’incubo del contagio da portare a casa. E’ presenza anonima, amore, cura silenziosa del nostro prossimo. Benvenuta a Maria e grazie alla Maria infermiera di Corleone e a tutti coloro che si prodigano per gli altri”.

Subito dopo il parto è iniziata una vera e propria gara di solidarietà sia, tra il personale del Poliambulatorio, sia tra la gente di Lampedusa che ha donato copertine, vestitini e tutto l’occorrente per mamma e neonata. Nella notte, Rita e la figlia Maria sono state trasferite in elisoccorso nell’ospedale Ingrassia di Palermo dove si trovano ricoverate per i normali controlli post partum.

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684

x