Miliardari scrivono a candidati Casa Bianca: “Tassateci” - QdS

Miliardari scrivono a candidati Casa Bianca: “Tassateci”

redazione

Miliardari scrivono a candidati Casa Bianca: “Tassateci”

mercoledì 26 Giugno 2019 - 00:00
Miliardari scrivono a candidati Casa Bianca: “Tassateci”

Alcuni tra i super-ricchi d’America hanno scritto ai candidati alla Casa Bianca per invitarli a introdurre una tassa sui grandi patrimoni destinata a finanziare la lotta alle disuguaglianze e al cambiamento climatico

WASHINGTON – Alcuni tra i super-ricchi d’America hanno scritto ai candidati alla Casa Bianca per invitarli a introdurre una tassa sui grandi patrimoni destinata a finanziare la lotta alle disuguaglianze e al cambiamento climatico.

“L’America ha il dovere, morale, etico ed economico di aumentare le tasse sulle nostre ricchezze”, si legge nella lettera firmata tra gli altri dall’investitore George Soros, dal co-fondatore di Facebook Chris Hughes, e da Molly Munger, figlia del miliardario Charlie Munger.

Una tassa sui patrimoni potrebbe contribuire ad affrontare la questione climatica, migliorare l’economia, migliorare gli esiti sanitari, creare opportunità eque e rafforzare le nostre libertà democratiche. Istituire una tassa sui patrimoni è nell’interesse della nostra repubblica” si legge nelle lettera, che aggiunge come il leggendario investitori Warren Buffet abbia dichiarato di avere un’aliquota fiscale più bassa del suo segretario.

Tra i firmatari un erede della dinastia Disney e i proprietari della catena di alberghi Hyatt. Il gruppo afferma di di non sostenere alcun candidato in particolare, ma appoggia la proposta della senatrice democratica Elizabeth Warren di aumentare le tasse su chi dispone di patrimoni superiori a 50 milioni di dollari, una proposta che riguarderebbe le 75.000 famiglie più ricche d’America e secondo i suoi calcoli genererebbe un gettito di 2.750 miliardi in dieci anni.
Tra 40 Paesi Ocse, gli Usa sono settimi in termini di concentrazione delle ricchezze.

Tassare i super-ricchi “rallenterebbe la crescente concentrazione delle ricchezze che mina la stabilità e l’integrità della nostra repubblica”. “Oggi grandi scelte politiche raramente vengono approvate senza il sostegno delle elite ricche o di altri interessi ricchi. Le divisioni e l’insoddisfazione vengono esacerbate dalla disuguaglianza, che conduce a un aumento della sfiducia verso le nostre istituzioni democratiche o ancora peggio”, si legge nella lettera.

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684