Mobilità, un palermitano su 2 "sogna" di spostarsi in bici - QdS

Mobilità, un palermitano su 2 “sogna” di spostarsi in bici

redazione

Mobilità, un palermitano su 2 “sogna” di spostarsi in bici

venerdì 30 Ottobre 2020 - 00:00

ROMA – Bici tradizionali, bici elettriche, monopattini e tanto altro. La mobilità dolce piace, e sempre di più, in Italia. Una sensibilità e anche una passione che sembrano prendere piede anche a Palermo: guardando al futuro, infatti, un palermitano su due (52%) pensa a un uso il più possibile ibrido con l’auto, alternando i due mezzi a seconda delle necessità e occasioni. Lo evidenzia la ricerca dell’Osservatorio Sara Assicurazioni.
Ma che cosa rende così speciali questi mezzi? L’aspetto più apprezzato, secondo la ricerca, è la possibilità di risparmio (38%), ad esempio sui costi del carburante, seguita dalla sostenibilità (34%), segno di una crescente consapevolezza che spinge i palermitani a puntare a ridurre l’impatto ambientale negli spostamenti.

Tra i vantaggi green, a essere apprezzato è il miglioramento del contesto urbano con la riduzione del traffico (30%) e dell’inquinamento acustico (20%). E c’è anche chi (18%) indica tra i vantaggi anche la possibilità di condurre stili di vita sostenibili e di fare attività fisica. Il mezzo preferito dai palermitani sembra la bicicletta a pedalata assistita (46%), davanti ai monopattini elettrici (20%), mentre hanno al momento più strada da fare overboard e i monoruota (6%).

A fronte di indubbi vantaggi però, le criticità non mancano, a cominciare dal tema della sicurezza. Tra i possibili comportamenti ritenuti più pericolosi legati alla mobilità dolce, il circolare fuori dai percorsi dedicati, e in particolare sui marciapiedi, o trasportare passeggeri (38%), il mancato uso di elementi come casco e luci (36%) e le distrazioni (24%).

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684