Montante, Cicero imputato di reato connesso, le dichiarazioni - QdS

Montante, Cicero imputato di reato connesso, le dichiarazioni

web-iz

Montante, Cicero imputato di reato connesso, le dichiarazioni

web-iz |
venerdì 05 Marzo 2021 - 15:56

Antonello Montante si lamentò del fatto che Marco Venturi non aveva contribuito economicamente alla campagna elettorale di Rosario Crocetta per le elezioni regionali. Era successo, infatti, che la segretaria di Crocetta, dopo aver parlato con il senatore Beppe Lumìa, andò alla Sidercem per chiedere a Marco Venturi un contributo di 20 mila euro. Venturi disse che non aveva assolutamente intenzione di contribuire. Cosa che appresi dallo stesso Venturi”. Lo ha detto l’ex presidente dell’Irsap Alfonso Cicero, le cui dichiarazioni sono rese oggi in qualità di indagato per reato connesso e non come teste.

Gli avvocati Giuseppe Dacquì, Giuseppe Panepinto e Carlo Taormina prima che la corte procedesse alla deposizione di Alfonso Cicero, hanno sollevato un’eccezione sulla posizione giudiziaria dello stesso. I tre legali hanno evidenziato che l’ex presidente dell’Irsap Sicilia attualmente indagato per diffamazione e calunnia, fosse sentito non in qualità di teste ma in qualità di persona indagata di reato connesso, risultando iscritto nel registro degli indagati unitamente a Montante per fatti strettamente connessi al processo. Eccezione che è stata accolta dal tribunale.

“Montante, dopo un mese dalla fine della campagna elettorale – ha aggiunto Cicero – mi disse ‘Venturi è un tirchio. Non ha dato niente, quando altri invece lo avevano fatto’. E mi elencò anche una serie di imprenditori che avevano contribuito alla campagna elettorale. La nomina di Linda Vancheri come assessore alle Attività Produttive – ha aggiunto Cicero – ci lasciò tutti increduli visto che era la sua segretaria”.

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684