Natale, calo degli acquisti, sui regali pesano le bollette - QdS

Natale, calo degli acquisti, sui regali pesano le bollette

redazione web

Natale, calo degli acquisti, sui regali pesano le bollette

sabato 04 Dicembre 2021 - 08:14

Confcommercio, "Abbassare le tasse". Polemiche per il no dei partiti di destra e di Iv al contributo di solidarietà. Sindacati per lo sciopero generale, critica Confindustria. Fitch promuove l'Italia

Quest’anno per i regali di Natale ogni italiano spenderà 158 euro rispetto ai 164 dello scorso anno, -8% rispetto al 2019 e oltre il 36% in meno rispetto al 2009, nel complesso 6,9 miliardi rispetto ai 7,4 miliardi del 2020.

E l’inflazione e soprattutto i rincari delle bollette che rischiano di ridurre ulteriormente la quota di tredicesima destinata a queste spese.

E’ quanto emerge da un’analisi di Confcommercio.

“La crescita dei consumi a Natale rischia di essere fenata dai timori per la pandemia, dall’inflazione e dai costi dei consumi obbligati. Per rilanciare la fiducia occorre accelerare il previsto taglio delle tasse, a cominciare da Irpef e oneri contributivi a carico delle imprese” ha detto il presidente di Confcommercio, Carlo Sangalli.

Destra e Iv contro il contributo di solidarietà

Intanto nell’ultimo Consiglio dei ministri, è saltata l’idea di introdurre un contributo di solidarietà a carico dei redditi più alti per far fronte al rincaro delle bollette.

Contrari i partiti della destra e Italia Viva.

“Incomprensibile lo stop a Draghi dei ministri renziani”, ha commentato il Pd.

Intanto i sindacati pensano a uno sciopero generale, che però, secondo Confindustria, “In questo momento sarebbe sbagliato”.

Lo stanziamento contro il caro bollette in manovra salirà tuttavia di circa 800 milioni.

In Cdm si è discusso anche sull’ipotesi di un taglio una tantum dei contributi nel 2022, concentrato sui lavoratori sotto i trentacinquemila euro di reddito.

All’intervento sarebbe dedicato un miliardo e mezzo.

Fitch promuove l’Italia

Sul fronte economico, l’Italia è stata promossa da Fitch: l’agenzia ha alzato il rating da BBB- a BBB con outlook stabile e parla di una ripresa economica “robusta”, stimata nel 2021 al +6,2% e al 4,3% nel 2022.

Vede rosa per il Belpaese anche l’Istat: l’istituto prevede un Pil in aumento del 6,3% quest’anno, al di sopra quindi del +4,7% previsto solo in giugno.

E non è escluso che sotto l’albero di Natale ci sia come regalo “qualche decimale in più” di crescita, in quello che sarebbe un dono – ha detto il ministro della Pubblica amministrazione, Renato Brunetta – per la “ritrovata
fiducia e l’ottimismo delle famiglie e delle imprese italiane”.

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684