Negli spazi di Villa Malfitano Whitaker l’arte di Antonio Cutino fino al 19 gennaio - QdS

Negli spazi di Villa Malfitano Whitaker l’arte di Antonio Cutino fino al 19 gennaio

redazione

Negli spazi di Villa Malfitano Whitaker l’arte di Antonio Cutino fino al 19 gennaio

venerdì 29 Novembre 2019 - 00:00

La mostra potrà essere visitata dal lunedì al sabato dalle 10 alle 13 e dalle 15 alle 18

PALERMO – A 35 anni dalla scomparsa, la Fondazione Terzo Pilastro Internazionale promuove una retrospettiva sull’ampia produzione pittorica del maestro Antonio Cutino, a Palermo, negli spazi di Villa Malfitano Whitaker, fino al 19 gennaio. “Antonio Cutino e la Palermo del 900 – Nel segno della tradizione” ospita una selezione di circa ottanta lavori, tra opere pittoriche, pastelli e grafiche pubblicitarie. La mostra à ideata dal curatore Giacomo Fanale.

“Un’esemplificazione – spiega – dei diversi generi che caratterizzarono la sua vasta produzione. Dai paesaggi, che risentono della luminosita’ degli scenari naturali della campagna siciliana, con evidenti riferimenti a Francesco Lojacono, in ‘Ulivi del ‘70’ e in ‘Crepuscolo del ‘72’. Riferimenti oltremodo già presenti in opere antecedenti, come in Chiesetta a Villa Tasca del ‘64 e Primavera a Villa Tasca, anch’essa del ‘64. Mentre nei paesaggi Giardino con pergolato del ‘63 e La mietitura del ‘70, emergono interessanti rielaborazioni cromatiche personali. Nella Veduta di Monte Pellegrino del ‘57, Cutino propone una rilettura interpretativa di un soggetto ricorrente sia nella pittura di Lojacono che in quella di Mario Mirabella, come di altri vedutisti”.

La mostra è un “un atto quasi dovuto nei confronti di un artista poliedrico che ha una capacità eccezionale di interpretare il suo momento storico – afferma il professore Emmanuele Francesco Maria Emanuele, presidente della Fondazione Terzo Pilastro Internazionale -. La sua proposta artistica è molto più completa di altri. In lui troviamo l’amore per il paesaggio, la ritrattistica, il nudo, anche quella parte floreale che lo connota in maniera superba, e quella visione utilissima della cultura che si mescola al mondo dell’imprenditoria nelle sue opere in qualche modo finalizzate a reclamizzare prodotti della nostra terra”.

La mostra potrà essere visitata dal lunedì al sabato dalle 10 alle 13 e dalle 15 alle 18. Domenica e festivi dalle 10 alle 13. Ingresso libero.

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684