No Green pass Milano, calci e botte a giornalisti di Fanpage.it, la ricostruzione - QdS

No Green pass Milano, calci e botte a giornalisti di Fanpage.it, la ricostruzione

web-iz

No Green pass Milano, calci e botte a giornalisti di Fanpage.it, la ricostruzione

web-iz |
domenica 07 Novembre 2021 - 12:31

Il bilancio è di 300 persone denunciate dalle forze dell'ordine, 10 di queste sono state portate in Questura e due hanno ricevuto il foglio di via per un anno.

“Sei una merda. Venduti. Togli sta ca**o di telecamera”. E poi calci, botte. Aggressione nei confronti dei giornalisti di Fanpage.it ieri da parte di alcuni no Green pass al sedicesimo corteo di fila organizzato a Milano. I momenti di tensione sono nati prima ancora della partenza della manifestazione, in piazza Fontana, per poi proseguire nelle vie della città.

La ricostruzione

“Le prime tensioni sono nate subito, in piazza Fontana, luogo di ritrovo del corteo – si legge in un articolo di Fanpage.it – Dalla ricerca di un ‘testa a testa’, a ‘giornalista terrorista’, urlato a un palmo dalla faccia, rigorosamente senza mascherina. Poi le offese personali, ‘sei una merda’, alla cui frase il giornalista ha risposto chiedendo perché, senza ricevere ulteriore risposta. Ma è nei pressi di piazza Duomo che un uomo, accortosi dell’operatore che stava riprendendo il corteo in movimento, ha cercato di strappargli di mano la videocamera. Prontamente allontanato, ha cominciato a gridare ‘venduti, venduti’, in direzione dei cronisti di Fanpage.it, prima di intimare di ‘togliere la videocamera’. C’è stata poi una manifestante che ha esclamato: ‘Basta, non passate più, non vi vogliono. Siete qua per mettere zizzania, meglio di no’. E infatti, i manifestanti hanno continuato a far capire che Fanpage.it non era la benvenuta, con calci e botte ai cronisti, rigorosamente date di nascosto, da lontano. Uno di loro però è stato visto e gli agenti della Digos l’hanno allontanato dal corteo per identificarlo”.

“Il sedicesimo sabato di fila di protesta si è svolto con il tentativo da parte del corteo di variare il percorso a seconda delle prerogative dei manifestanti. Arrivati in corso XXII Marzo, parte del serpentone ha preso via Spartaco tra le auto che correvano – si legge ancora -. Lì hanno però notato i poliziotti, così hanno deciso di tornare sui propri passi ma sono stati chiusi dalle squadra delle forze dell’ordine che li hanno identificati uno ad uno. Sessanta di loro sono state denunciate, dieci portate in Questura e due hanno ricevuto il foglio di via per un anno. In totale, le forze dell’ordine hanno denunciato trecento partecipanti al corteo no green pass di ieri”. (Adnkronos)

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684