Oltre il virus e oltre la paura, il QdS al fianco dei lettori per ripartire insieme - QdS

Oltre il virus e oltre la paura, il QdS al fianco dei lettori per ripartire insieme

Paola Giordano

Oltre il virus e oltre la paura, il QdS al fianco dei lettori per ripartire insieme

sabato 23 Maggio 2020 - 00:00
Oltre il virus e oltre la paura, il QdS al fianco dei lettori per ripartire insieme

Vademecum, filo diretto con la redazione e abbonamenti solidali: perché la nostra è una comunità

CATANIA – La fase due è entrata nel vivo da quasi una settimana e, con la dovuta cautela, si sta pian piano tornando alla normalità. Se dall’11 marzo il Bel Paese – Sicilia compresa – si è paralizzato, rallentando vertiginosamente la produzione e chiudendo le attività commerciali, il mondo del giornalismo ha seguito passo dopo passo l’evoluzione dell’emergenza sanitaria che sin dalle prime settimane è diventata anche socio-economica. Quel mondo, infatti, non poteva fermarsi e non si è fermato.

Nel panorama editoriale dell’Isola, il Quotidiano di Sicilia – che ha fatto dell’inchiesta il proprio cavallo di battaglia sin da quando, oltre quarant’anni fa, è arrivato nelle case dei siciliani – ha continuato ad offrire ogni giorno ai propri lettori inchieste e approfondimenti sull’aspetto sanitario dell’epidemia ma anche e soprattutto sulle ripercussioni sociali ed economiche che essa ha scaturito, garantendo informazione di qualità basata su fonti certificate. E lo ha fatto lanciando l’hashtag #acasaconilqds, che ha accompagnato i lettori per tutta la fase uno, offrendo loro un dettagliato vademecum, ricco di linee guida e consigli utili per i cittadini, che ha raccolto tutte le informazioni relative alla prima fase dell’emergenza.

Non è tutto: tante altre sono state le iniziative promosse per restare vicini ai lettori. È stato messo a disposizione della nostra comunità il canale whatsapp del QdS, attraverso il quale i lettori, con contributi fotografici e video, hanno potuto raccontare come stavano affrontando l’emergenza. E, con l’adesione alla campagna “Solidarietà digitale” promossa dal Ministero per l’Innovazione tecnologica e la digitalizzazione, sono stati messi a disposizione 5.000 abbonamenti digitali solidali per i nuovi lettori.

L’hashtag #acasaconilqds, agli albori della fase due, si è trasformato in #riparticolqds, che ha “marchiato” gli approfondimenti realizzati del secondo step dell’emergenza, il più importante: la ripartenza, il rilancio dell’Isola e dell’intera Italia, in relazione alla quale è stato preparato e proposto ai lettori un secondo vademecum, contenente tutti gli accorgimenti utili a riconquistare la normalità in sicurezza in questa fase di convivenza col virus.

La scelta di perseguire la strada della buona informazione e del connubio tra innovazione e rigore giornalistico ha premiato: secondo gli ultimi dati di diffusione resi noti da società Accertamenti Diffusione Stampa, relativi al mese di marzo, il quotidiano economico ha visto confermarsi in piena pandemia il consolidamento dei propri abbonati, con una leggera crescita rispetto a febbraio, in controtendenza con il mercato editoriale siciliano che, invece, ha registrato una riduzione della diffusione del venduto.

Positivi anche i dati sul web con il superamento del milione di visualizzazioni nel solo periodo relativo alla fase uno (11 marzo – 3 maggio) e con un boom di sessioni nella fascia dei giovani lettori (25-44 anni). Una crescita importante, che porta il bilancio di questi primi cinque mesi dell’anno a circa 2 milioni e mezzo di pagine viste.

Comune denominatore di tutte le iniziative lanciate in questa prima parte dell’anno – i due dossier sul Coronavirus, il potenziamento del canale whatsapp, gli abbonamenti solidali della “Campagna di solidarietà digitale”, ma anche la nuova piattaforma digitale per gli abbonamenti, più semplice e intuitiva (visionabile su www.sint.qds.it) – è l’informazione che, fonti alla mano, ha sempre garantito un livello alto di qualità. Perché i nostri “padroni” restano sempre loro, i lettori.

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684