Omaggio musicale a Mina dalle detenute di Messina - QdS

Omaggio musicale a Mina dalle detenute di Messina

redazione

Omaggio musicale a Mina dalle detenute di Messina

giovedì 26 Marzo 2020 - 00:00
Omaggio musicale a Mina dalle detenute di Messina

Inviato alla cantante il trailer dello spettacolo a lei dedicato

MESSINA – Il loro spettacolo, dedicato a Mina, sarebbe dovuto andare in scena in questi giorni all’interno del carcere di Gazzi, ma è slittato per l’emergenza Coronavirus.

Le nove detenute/attrici della sezione Alta sicurezza del penitenziario di Messina, guidate dal regista Tindaro Granata, non si sono però arrese. E hanno fatto recapitare comunque alla cantante simbolo della musica italiana, nel giorno del suo ottantesimo compleanno, il loro omaggio: il trailer dello spettacolo.

Si intitola “E allora sono tornata” (l’ispirazione l’ha fornita la canzone “Tex-Mex”, dall’ultimo album di Mina con Ivano Fossati). Un’anteprima c’era stata già nel dicembre scorso al Teatro Piccolo Shakespeare, all’interno della Casa Circondariale di Gazzi. Ora sarebbe dovuto andare in scena, sempre sullo stesso palcoscenico, ma chiaramente in questa situazione è stato inevitabile il rinvio.

Stella, Teresa, Anita, Giacoma, Romina, Jessica, Vanessa, Rita e Margherita – le attrici dello spettacolo – non si sono perse d’animo. E così è stato deciso di far giungere a Mina, in segno di regalo e di riconoscenza per la sua straordinaria produzione artistica che non si è mai interrotta, un frammento dello spettacolo, una sorta di estratto del “dietro le quinte” con gli interventi dell’attore e regista Tindaro Granata e Daniela Ursino, direttore artistico del Piccolo Shakespeare nonché ideatrice e organizzatrice di tutto il Progetto con l’Associazione D’Arteventi, che presiede.

“Dedicandole il trailer dello spettacolo – ha spiegato Daniela Ursino – vogliamo fare arrivare a Mina gli auguri delle detenute del Carcere di Messina. Si tratta di auguri particolari, sia perché provengono da un istituto penitenziario, sia perché provengono da donne che si sono messe in gioco e che stanno credendo in un percorso di rieducazione. Un augurio a tutti di rinascita”.

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684