Palermo, furbetti del cartellino in una società del Comune - QdS

Palermo, furbetti del cartellino in una società del Comune

redazione web

Palermo, furbetti del cartellino in una società del Comune

venerdì 04 Dicembre 2020 - 08:08
Palermo, furbetti del cartellino in una società del Comune

Sono state ben diciotto le misure cautelari eseguite dai Carabinieri e dalla Polizia municipale e che riguardano duemila false timbrature in Reset e Coime. L'inchiesta partita da segnalazioni anonime. Orlando, "Severe misure disciplinari"

Ennesimo caso di “furbetti del cartellino” a Palermo.

I Carabinieri del Nucleo Investigativo e la Polizia Municipale hanno eseguito un’ordinanza di applicazione della misura dell’obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria per diciotto dipendenti delle società partecipate del Comune Reset e Coime, accusati di falsa attestazione di presenza in servizio e truffa ai danni dell’amministrazione.

L’indagine, coordinata dalla Procura, è iniziata dopo alcune segnalazioni anonime.

Gli inquirenti hanno accertato un fenomeno di assenteismo di massa – duemila le timbrature sospette – di quasi due decine di dipendenti dell’ufficio comunale che si occupa di impianti cimiteriali.

In particolare, l’attività d’indagine svolta dai Carabinieri si è concentrata sulle assenze dei dipendenti, sia comunali che delle società partecipate Reset e Coime, che prestano servizio all’interno degli uffici dei Servizi Cimiteriali del Comune di Palermo, in via Lincoln.

I militari hanno scoperto che gli impiegati finiti sotto inchiesta timbravano per altri colleghi per fingerne la presenza in servizio o consentire loro di assentarsi durante il lavoro.

Nel corso di cinque mesi d’indagine, i militari hanno documentato quasi le duemila “timbrature sospette”, di cui 240 sviluppate e contestate.

Circostanze che testimoniano che si trattava di un fenomeno diffuso tra gran parte dei dipendenti dell’ufficio comunale.

Gli agenti della Polizia municipale hanno indagato invece su un gruppo di dipendenti comunali addetti ai servizi di assistenza ai funerali e impiegati, dunque, prevalentemente in mansioni esterne.

Spesso, piuttosto che assolvere i loro compiti di assistenza, stavano in giro per la città per sbrigare cose personali o rientravano in ufficio in anticipo rispetto all’orario previsto.

Da parte del sindaco Leoluca Orlando, con il vicesindaco Fabio Giambrone e l’assessore Sergio Marino, è stato espresso “Grande apprezzamento per l’attività di indagine che ha permesso di individuare, con la massima collaborazione dell’amministrazione comunale, un altro dei tasselli della gravemente difettosa situazione dell’ufficio che si occupa della gestione dei cimiteri comunali”.

“Ai provvedimenti dell’autorità giudiziaria – hanno aggiunto – seguiranno, oltre alla ovvia costituzione di parte civile, da subito delle severe misure disciplinari, commisurate alla gravità dei comportamenti che hanno arrecato un danno gravissimo non solo all’immagine dell’amministrazione, ma soprattutto ai servizi resi ai cittadini e, in particolare, ai familiari dei defunti”.

Potrebbe interessarti anche:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684