Palermo, Gelarda, "Ritardi comune su concessione suolo pubblico" - QdS

Palermo, Gelarda, “Ritardi comune su concessione suolo pubblico”

web-la

Palermo, Gelarda, “Ritardi comune su concessione suolo pubblico”

web-la |
martedì 04 Maggio 2021 - 12:44
Palermo, Gelarda, “Ritardi comune su concessione suolo pubblico”

Il capogruppo della Lega in Consiglio comunale: "Non si tratta di una cosa da poco perché si accorceranno notevolmente i tempi"

“Cosa significa aiutare concretamente le attività produttive lo ha dimostrato la Lega siciliana, con l’assessorato ai Beni culturali, targato Lega, guidato da Alberto Samonà. La Soprintendenza ai Beni Culturali di Palermo, infatti, ha siglato con il Comune di Palermo un protocollo di intesa che permette una importante semplificazione per tutti coloro che chiederanno la concessione di suolo pubblico che ricade all’interno di aree di interesse monumentale della città. Grazie a questo accordo non sarà più necessaria l’autorizzazione della soprintendenza per questo tipo di pratiche, purché rispettino i regolamenti del comunali”.

Lo dice il capogruppo della Lega in Consiglio comunale, Igor Gelarda. “Non si tratta – prosegue – di una cosa da poco perché si accorceranno notevolmente i tempi e si va nel vero senso della sburocratizzazione e semplificazione. Uno dei cavalli di battaglia della Lega. Cosa che invece non sta facendo l’amministrazione comunale Orlando, in tutta quella parte che riguarda gli adempimenti burocratici dei ristoratori verso il comune da lui amministrato.

Gli operatori allo sportello della attività produttive sono pochi, con grossi arretrati ancora da smaltire. Mentre Orlando non è stato in grado, come richiesto dalla Lega in consiglio comunale a Palermo, di andare in deroga ai regolamenti comunali per concedere a tutti e subito il suolo pubblico ai ristoratori di Palermo. Con una semplice autocertificazione o con una perizia asseverata. Il rischio gravissimo è che i ristoratori palermitani debbano aspettare mesi per la concessione di quegli spazi che sono per loro vitali per riprendere a lavorare in questi mesi di primavera ed estate, dopo una stagione rovinata”.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684