Palermo, sparatoria tra famiglie per una lite, tre arresti - QdS

Palermo, sparatoria tra famiglie per una lite, tre arresti

redazione web

Palermo, sparatoria tra famiglie per una lite, tre arresti

sabato 11 Luglio 2020 - 06:57

Il conflitto a fuoco, avvenuto nel settembre dello scorso anno, secondo gli investigatori sarebbe stato scatenato da un incidente stradale. Dopo la scintilla, prima una grande e violenta rissa e poi raid punitivo nel rione Danisinni. Protagoniste dello scontro alcune donne

Una faida familiare innescata da un banale incidente stradale, culminata in una sparatoria per strada a Palermo, ha portato all’arresto di tre persone.

Antonino Gargano, di 42 anni, Davide Gargano, di 38, e Gianluca Giordano, di 28, sono stati arrestati dai Carabinieri con le accuse di rissa, lesioni personali, deformazione dell’aspetto della persona mediante lesioni permanenti al viso, tentato omicidio, detenzione e porto abusivo di arma da sparo.

Sarebbe stato il danneggiamento di un’automobile la scintilla che avrebbe fatto scaturire la sparatoria del 16 settembre 2019, avvenuta al culmine di una lite tra due famiglie che vivono nel rione palermitano dei Danisinni.

I colpi d’arma da fuoco sarebbe stati l’epilogo di una vera e propria “guerra” tra le due famiglie, i Giordano e i Gargano, che avrebbe avuto tra le protagoniste più combattive alcune donne.

Secondo le indagini dei carabinieri della compagnia di piazza Verdi, al centro della lite finita con il ferimento di alcune persone ci sarebbe il danneggiamento della Ford Fiesta dei Gargano da parte di uno scooter.

Pochi minuti prima della sparatoria Davide Gargano venne malmenato a sangue per avere chiesto spiegazioni sulla dinamica dell’incidente.

L’uomo fu letteralmente massacrato di botte, tanto da costringerlo al ricovero in terapia intensiva per giorni.

L’aggressione non venne digerita dalla famiglia Gargano e scattò il raid punitivo contro Giuseppe Giordano e il figlio Gianluca.

Entrambi vennero feriti.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684