Passeggera finita in Polonia invece di Bologna, la Gesap si scusa - QdS

Passeggera finita in Polonia invece di Bologna, la Gesap si scusa

web-dr

Passeggera finita in Polonia invece di Bologna, la Gesap si scusa

web-dr |
lunedì 25 Ottobre 2021 - 12:29

Si imbarca da Palermo sul volo per Bologna di Ryanair e si ritrova a Wroclaw, in Polonia.

La disavventura è capitata a una donna di 69 anni, sordomuta dalla nascita, originaria di Alcamo ma residente a Ferrara.

La famiglia della signora ha raccontato di non essersi potuta mettere in contatto al telefono con il servizio di assistenza dello scalo aereo palermitano.

Non è ancora chiaro come la viaggiatrice si sia potuta imbarcare senza che i controlli al gate svolti dalla società dei servizi a terra e quelli del personale di bordo le impedissero l’imbarco sul volo sbagliato.

Arrivata in Polonia, accortasi dell’errore, grazie all’aiuto del personale aeroportuale, ha contattato il consolato italiano in Polonia che l’ha assistita per il volo verso casa.

Sulla vicenda è intervenuta la Gesap, la società di gestione dell’aeroporto di Palermo Falcone Borsellino. “Abbiamo già richiesto ai responsabili della compagnia aerea e della società che per conto loro effettua i servizi di imbarco ai gates e di assistenza ai passeggeri diversamente abili, una dettagliata relazione sulla vicenda – dicono -.

Inoltre, per chiarire le dinamiche del grave episodio, nel corso del comitato sulla sicurezza dell’aeroporto conviocato per oggi, lunedì 25 ottobre, sarà data particolare attenzione su questo caso, per relazionare l’Enac, che dovrà, eventualmente, decidere sui provvedimenti da intraprendere. Cioè che è accaduto resta, in ogni caso, un fatto inammissibile, per il quale, a nome di tutto l’aeroporto, ci sentiamo di porgere le scuse più sentite alla passeggera”, conclude la nota della Gesap.

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684