Pd, Renzi via per "allargare il consenso parlamentare" - QdS

Pd, Renzi via per “allargare il consenso parlamentare”

redazione

Pd, Renzi via per “allargare il consenso parlamentare”

martedì 17 Settembre 2019 - 18:21
Pd, Renzi via per “allargare il consenso parlamentare”

L'ex premier esce con una trentina di parlamentari per costituire "non un partito ma una Casa nuova per fare politica in modo diverso" ripartendo dal basso. In settimana i gruppi, una "Casa giovane, innovativa, femminista, con idee e proposte per l’Italia e l'Europa"

“Per il governo probabilmente si allargherà il consenso parlamentare, l’ho detto anche a Conte, dunque l’operazione è un bene per tutti”.

Lo ha detto Matteo Renzi annunciando via social la decisione di lasciare il Pd insieme a una trentina di parlamentari per costituire “non un partito ma una Casa nuova per fare politica in modo diverso” puntando soprattutto sui territori, ripartendo dal basso.

I gruppi parlamentari della nuova formazione, della quale non si conosce ancora il nome, nasceranno già questa settimana e Teresa Bellanova sarà il capo delegazione nel governo.

“Dopo sette anni di fuoco amico – ha scritto in un post su Facebook penso si debba prendere atto che i nostri valori, le nostre idee, i nostri sogni non possono essere tutti i giorni oggetto di litigi interni”.

Renzi ha ricordato come “La vittoria ottenuta in Parlamento contro il populismo e Salvini” sia stata “importante per salvare l’Italia, ma non basta: adesso si tratta di costruire una Casa giovane, innovativa, femminista, dove si lancino idee e proposte per l’Italia e per la nostra Europa”.

“C’è uno spazio enorme per una politica diversa – ha aggiunto nel messaggio su Fb che, uscito alle otto di stamattina, ha avuto, in un’ora, in uno solo dei profili, quindicimila like, oltre seimila commenti e sedicimila condivisioni -, una politica viva, fatta di passioni e di partecipazione. Questo spazio attende solo il nostro impegno. Lascio le polemiche e le dietrologie a chi sta nei palazzi”.

“Io sorrido a tutti – ha concluso Renzi nel post – e auguro buon ritorno a chi adesso rientrerà nel Pd. E in bocca al lupo a chi vi resterà. Per me c’è una strada nuova da percorrer. Lo faremo zaino in spalla, passo dopo passo. La politica richiede proposte e coraggio, non solo giochi di corrente. Noi ci siamo. Offriamo il nostro entusiasmo a chi ci darà una mano. Offriamo il nostro rispetto a chi ci criticherà. Ma offriremo soprattutto idee e sogni per l’Italia di domani. Ci vediamo alla Leopolda”.

Potrebbe interessarti anche:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684