Pescherecci sequestrati, torna in mare il "Medinea" - QdS

Pescherecci sequestrati, torna in mare il “Medinea”

web-la

Pescherecci sequestrati, torna in mare il “Medinea”

web-la |
lunedì 01 Marzo 2021 - 18:24
Pescherecci sequestrati, torna in mare il “Medinea”

Il motopeschereccio “Medinea” di Mazara del Vallo, rimasto sequestrato per 108 giorni a Bengasi, ha ripreso il largo oggi pomeriggio, dopo 2 mesi e 10 giorni di sosta. L’equipaggio ha mollato gli ormeggi dal porto nuovo di Mazara del Vallo per dirigersi verso Ponente, nel tratto di mare fra Marettimo e la Sardegna da dove inizierà il mese di pesca, che poi continuerà sino alle acque internazionali di fronte la Tunisia.

“Torniamo in mare con più forza di prima – ha detto il Comandante Pietro Marrone – anche se i ricordi brutti non si potranno cancellare”. Del vecchio equipaggio rimasto sequestrato in Libia, soltanto 4 sono tornati a bordo: oltre Marrone, Ben Haddada M’hamed, Ben Thameur Hedi e Mathlouthi Habib. “Siamo finalmente felici di tornare a lavorare in mare – ha commentato l’armatore Marco Marrone – e questo è stato possibile grazie alle tante donazioni ricevute. Dal 1° settembre dello scorso anno il motopeschereccio è rimasto fermo dapprima a Bengasi e poi qui a Mazara del Vallo per rimessaggio. Ora torna in mare dopo 6 mesi”.

Ad accompagnare sulla banchina il Comandante Pietro Marrone è stata la mamma Rosetta Ingargiola: “Per me è un momento di forte tensione – ha detto l’anziana signora – ogni volta che mio figlio torna in mare per me inizia un periodo di ansia”.

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684