Plastiche nelle coste, arriva il Ministero dell'Ambiente - QdS

Plastiche nelle coste, arriva il Ministero dell’Ambiente

redazione

Plastiche nelle coste, arriva il Ministero dell’Ambiente

venerdì 28 Febbraio 2020 - 00:00

ROMA – A marzo i tecnici del ministero dell’Ambiente saranno in Sicilia per un sopralluogo nelle coste del Sud-est inquinate dalle plastiche smaltite illecitamente. Questo il concreto risultato della riunione che si è svolta ieri a Roma, negli uffici ministeriali, dove i deputati regionali del Movimento 5 Stelle, Stefania Campo e Nuccio Di Paola, hanno incontrato il capo di gabinetto Fulvio Mamone e i tecnici, per individuare, planimetrie alla mano, le aree interessate dai problemi ambientali legati allo smaltimento illecito delle plastiche e alle falde acquifere, in quella cosiddetta “fascia trasformata” che da Gela, passando per Acate, Vittoria, Scoglitti e Santa Croce Camerina, si estende fino alle coste del Siracusano.

“Un incontro operativo – spiega Stefania Campo – con l’obiettivo di intervenire fattivamente per monitorare e contenere il problema che si verifica a causa di quella parte di serre che operano fronte mare, ad esempio lungo la costa dei Macconi, fra Gela, Marina di Acate e Scoglitti. L’idea principale è quella di rilanciare la zona dal punto di vista turistico, perché si tratta di una delle coste più belle che abbiamo in Sicilia, con 15 km ininterrotti di spiaggia densi di specie endemiche molto rare e pregiate. Sarà fatto un sopralluogo direttamente in Sicilia, a metà marzo, con tutto l’ufficio ministeriale. Verrà coinvolta la Regione, diretta responsabile del demanio marittimo, così da trovare delle soluzioni condivise”.

“Cercheremo di sfruttare – aggiunge Nuccio Di Paola – i fondi europei (Fsc), di cui 25 milioni di euro per il Biviere di Gela e 30 mln per la bonifica dell’area marina e costiera”.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684