Musumeci e Sunseri litigano sulle crisi industriali nel Sud - QdS

Musumeci e Sunseri litigano sulle crisi industriali nel Sud

Raffaella Pessina

Musumeci e Sunseri litigano sulle crisi industriali nel Sud

sabato 07 Dicembre 2019 - 00:00
Musumeci e Sunseri litigano sulle crisi industriali nel Sud

Il Presidente della Regione: “I grillini stanno dando il colpo di grazia al Sud”. Il deputato del M5s accusa: “Il governo regionale ha scippato diciotto milioni di euro a Termini Imerese”

PALERMO – “Dopo aver vissuto sulla pelle dei siciliani l’incapacità del governo nazionale di affrontare seriamente la crisi della Blutec di Termini Imerese, adesso a fare le spese dell’inettitudine del secondo ministro dello Sviluppo economico del M5s sono i lavoratori pugliesi degli stabilimenti ex Ilva di Taranto”.

Lo ha dichiarato in una nota il presidente della Regione siciliana, Nello Musumeci. “Stare al Governo – ha continuato Musumeci – e occuparsi dell’industria italiana è una cosa seria e complicata e questi ragazzi, catapultati ad affrontare problemi più grandi di loro, stanno dando il colpo di grazia all’economia del Mezzogiorno. Per trattare con Mittal, che vuole mettere in mezzo a una strada 4.700 persone, serve esperienza e concretezza. Ricordo quando Beppe Grillo, prima della nascita del secondo governo Conte, auspicò che i ministri fossero individuati in un pool di personalità del mondo della competenza. Ecco, purtroppo così non è stato e oggi il futuro della più grande acciaieria è nelle mani di chi non ha mai fatto fronte a situazioni del genere. Serve una task force a cui affidare la soluzione del casi Ilva e Blutec e di tutte le altre crisi industriali. Il Sud ha già tanti problemi e non può diventare la palestra dove i 5 Stelle tentano di formare la propria classe dirigente a colpi di errori”.

Immediata la replica del deputato regionale grillino, Luigi Sunseri: “Il presidente della Regione Siciliana anziché dedicare del tempo per attaccare il governo centrale, lo impieghi in maniera più fruttuosa per mettere mano seriamente alle difficoltà che le attività produttive stanno subendo in Sicilia anche per colpa dell’incompetenza del suo governo. Musumeci non ha mai partecipato ad alcun incontro ufficiale sulla Blutec, non ha mai proposto alcuna soluzione. Ha sempre inviato l’assessore Turano che non ha però mai mostrato capacità, interesse o competenza, per risolvere anche le problematiche più semplici del nostro territorio. Il presidente Musumeci parla di Termini Imerese per attaccare il governo? Si ricordi che ha scippato proprio a Termini Imerese 18 milioni di euro con una delibera illegittima, regalandoli alla sua area geografica di provenienza”.

“Il presidente della Regione Siciliana – sottolinea Sunseri – ha fatto uno scippo su quel territorio che oggi dichiara di voler difendere a parole, attaccando strumentalmente il governo centrale. Pensi ai problemi che dovrebbe affrontare lui da presidente della Regione, piuttosto che scaricare responsabilità a problemi creati da una classe politica di cui lui fa parte. Inoltre se è il secondo governatore meno apprezzato d’Italia, faccia un esame di coscienza e guardi alle sue inadempienze. Ancora a proposito di Blutec, ricordiamo che lo aspettiamo ancora ai tavoli e lo aspettano anche i cittadini di Termini Imerese, che proprio quest’anno hanno manifestato apertamente tutto il loro dissenso verso la sua totale assenza sui tavoli istituzionali per risolvere la questione” – conclude Sunseri.

Tag:

Potrebbe interessarti anche:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684