Poligrafici, Paxia (Misto): Posto quesito per scivolo pensionistico al comparto e un supporto agli editori in crisi - QdS

Poligrafici, Paxia (Misto): Posto quesito per scivolo pensionistico al comparto e un supporto agli editori in crisi

redazione

Poligrafici, Paxia (Misto): Posto quesito per scivolo pensionistico al comparto e un supporto agli editori in crisi

giovedì 08 Aprile 2021 - 00:00

“Durante l’interrogazione a risposta immediata presso la Commissione Lavoro della Camera dei Deputati, ho posto alla Sottosegretaria Nisini un quesito riguardante la situazione in cui versano i lavoratori poligrafici di imprese stampatrici ed editrici.

In questi ultimi anni il mercato dell’editoria è cambiato profondamente a seguito dell’arrivo di nuovi strumenti tecnologici e digitali, che hanno messo in crisi il comparto della carta stampata.

La situazione è ulteriormente peggiorata con l’arrivo della pandemia e si rendono dunque necessari nuovi strumenti per aiutare i 277 lavoratori poligrafici di imprese editrici e/o stampatrici di giornali quotidiani del nostro Paese, la maggior parte dei quali localizzati nel Mezzogiorno.

Ad oggi la Legge Fornero e le modifiche stabilite dalla legge di bilancio del 2019, consentono l’accesso alla pensione anticipata per i lavoratori poligrafici solo qualora questi abbiano raggiunto un’anzianità contributiva di almeno 35 anni.

Quello che auspico dunque è che venga introdotto dal Governo uno scivolo pensionistico che possa, in presenza di crisi aziendale, consentire ai lavoratori del comparto di ottenere la pensione con un’anzianità contributiva di 32 anni di servizio.

Bene la Sottosegretaria che, nel riconoscere la fondatezza della domanda, garantisce e sottolinea l’impegno del Ministero nel valutare interventi normativi adeguati e nella direzione da noi auspicata.

Sostanzialmente, ripristinando lo status quo precedente alla legge Fornero, si andrebbe ad aprire una finestra che potrà salvare non soltanto questi lavoratori, ma verrà dato un supporto a importanti testate giornalistiche che hanno fatto la storia dell’editoria nel nostro Paese”, così in una nota la deputata catanese Maria Laura Paxia (Misto).

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684