Prodotti strappati all'estinzione, 24 “Sigilli” di Campagna Amica per la Sicilia - QdS

Prodotti strappati all’estinzione, 24 “Sigilli” di Campagna Amica per la Sicilia

redazione

Prodotti strappati all’estinzione, 24 “Sigilli” di Campagna Amica per la Sicilia

venerdì 24 Maggio 2019 - 00:00

PALERMO – La Sicilia ha 24 “Sigilli” di Campagna Amica, e si piazza al quarto posto seppure poco distanziata dalla vicina Puglia. Si tratta di prodotti strappati all’estinzione determinata anche dai sistemi di distribuzione commerciale che privilegiano le grandi quantità e la standardizzazione dell’offerta. Dagli “ainuzzi”, all’albicocca di Scillato, al canestrato, un ventaglio di produzioni uniche che garantiscono all’isola un buon primato raccolte in un corposo volume.

Salvaguardare la nostra biodiversità garantisce il mantenimento di sistemi locali che mantengono alto il valore del cibo soprattutto grazie alla vendita diretta che offre un immediato riscontro afferma – il presidente regionale Coldiretti, Francesco Ferreri. Questo quarto posto conferma che stiamo operando bene soprattutto perché i consumatori sono sempre più attenti e cercano la qualità e non solo la bellezza di un frutto sottolinea ancora.

In Italia nel secolo scorso – sottolinea la Coldiretti – si contavano 8.000 varietà di frutta, mentre oggi si arriva a poco meno di 2.000 e di queste ben 1.500 sono considerate a rischio di scomparsa, ma la perdita di biodiversità riguarda l’intero sistema agricolo, dagli ortaggi ai cereali, dagli ulivi fino ai vigneti. Un pericolo – secondo la Coldiretti – per i produttori e i consumatori per la perdita di un patrimonio alimentare, culturale ed ambientale del Made in Italy, ma anche un attacco alla sovranità alimentare del Paese.
Sono molti i giovani che si stanno specializzando proprio nella tutela e nella rinascita delle produzioni da salvare e questo sta portando a buoni risultati anche per il grano come il Senatore Cappelli per una pasta 100 per cento italiana la cui superfice a livello nazionale e passata da 1000 ettari del 2017 agli attuali 5.000.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684