Rc auto, Codacons “Governo intervenga sui rimborsi” - QdS

Rc auto, Codacons “Governo intervenga sui rimborsi”

redazione

Rc auto, Codacons “Governo intervenga sui rimborsi”

mercoledì 08 Aprile 2020 - 00:00
Rc auto, Codacons “Governo intervenga sui rimborsi”

ROMA – “Mentre milioni di piccole attività e le industrie versano in condizione di grave difficoltà economica a causa dell’emergenza coronavirus, una categoria di imprese, le compagnie di assicurazioni, hanno beneficiato della situazione attuale del paese, attraverso un ingiusto arricchimento nell’ambito Rc Auto su cui ora il Governo deve intervenire”. Lo afferma il Codacons, che ha presentato una istanza alla Presidenza del Consiglio, al Mise e all’Ivass.

“Come noto i limiti agli spostamenti degli italiani hanno prodotto un crollo degli incidenti stradali che, rispetto allo stesso periodo dello scorso anno, sono diminuiti del -80% – spiega il Codacons -. I cittadini non possono più circolare in auto se non per comprovate esigenze, e le vetture rimangono da settimane parcheggiate nei garage o in strada. A fronte di tale blocco della circolazione stradale, tuttavia, gli automobilisti continuano a pagare regolarmente l’Rc Auto che, a parte il provvedimento sulla proroga della scadenza dei contratti, non è stata oggetto di misure da parte del Governo. Una situazione che determina un evidente squilibrio, con danno economico per gli assicurati e un ingiusto arricchimento per le imprese assicuratrici, che beneficiano così di maggiori profitti”.

“Per tale motivo – conclude l’associazione – il Codacons ha chiesto al Governo e all’Ivass di varare un decreto che riconosca in modo automatico agli assicurati un rimborso del costo sostenuto per la polizza rc auto, anche attraverso sconti sui successivi rinnovi, a fronte dell’impossibilità di utilizzare i mezzi assicurati a causa dell’emergenza coronavirus, o di destinare i maggiori profitti incamerati dalle compagnie di assicurazioni per finanziare intervenire a sostegno delle famiglie”.

Tag:

Potrebbe interessarti anche:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684