Reddito cittadinanza, denunce a stranieri da Rovigo ad Agrigento - QdS

Reddito cittadinanza, denunce a stranieri da Rovigo ad Agrigento

redazione web

Reddito cittadinanza, denunce a stranieri da Rovigo ad Agrigento

mercoledì 03 Marzo 2021 - 06:06
Reddito cittadinanza, denunce a stranieri da Rovigo ad Agrigento

La Guardia di Finanza ha effettuato 673 controlli in varie città d'Italia, scoprendo che ben 239 persone che avevano fruito del sussidio non possedevano il requisito della effettiva residenza in Italia

La Guardia di Finanza di Rovigo ha denunciato 239 persone, tutti cittadini stranieri, per aver percepito illegalmente, in varie città d’Italia, tra cui Agrigento, il reddito di cittadinanza, pur non possedendo il requisito della residenza.

Le indagini, svolte con il supporto dell’Inps, sono iniziate in dicembre, quando i militari hanno bloccato a Rovigo un tentativo fraudolento di riscuotere il sussidio da parte di ventitré persone tutte provenienti dalla Romania.

Queste, infatti, dopo aver presentato le domande, ottenuto il Pin, si erano recate in ufficio postale per ricevere e attivare le card elettroniche prepagate.

Tutte le persone individuate non avevano titolo a ricevere il beneficio richiesto in quanto, come detto, risultate prive del requisito di residenza.

Gli investigatori, visto il metodo utilizzato, hanno sospettato che il fenomeno non fosse isolato ma rappresentasse un sistema diffuso, e, avviando indagini, hanno scoperto che il “sistema” era stato applicato in varie zone d’ Italia.

È stato appurato, infatti, che, su 673 persone controllate, ben 239 non possedevano il requisito della effettiva residenza in Italia e sono state denunciate alle Procure della Repubblica di Agrigento, Cosenza, Bari, Foggia, Genova, Imperia, Latina, Lodi, Massa, Milano, Napoli, Roma, Pavia, Pisa, Torino e Vercelli.

Tag:

Potrebbe interessarti anche:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684