Musumeci: taglio dei dirigenti più delle previsioni di legge - QdS

Musumeci: taglio dei dirigenti più delle previsioni di legge

redazione

Musumeci: taglio dei dirigenti più delle previsioni di legge

sabato 18 Maggio 2019 - 00:00
Musumeci: taglio dei dirigenti più delle previsioni di legge

"Messo un freno alle scelte irresponsabili del passato che hanno fatto la nostra Regione un esempio in negativo per un numero dei dirigenti spropositato in rapporto a quello dei dipendenti". Cancellate 228 postazioni

“Abbiamo mantenuto l’impegno assunto all’inizio del nostro mandato: diminuiscono le postazioni dirigenziali all’interno dell’amministrazione regionale. Siamo andati oltre rispetto a quanto prevedeva la legge”.

Lo ha detto ieri il presidente della Regione Siciliana Nello Musumeci, al termine della seduta di Giunta che ha approvato la “rimodulazione degli assetti organizzativi dei dipartimenti regionali”.

“Non una riduzione legata semplicemente alla percentuale del personale andato in pensione, – aggiunge – ma un taglio che supera il 15 per cento delle strutture. E’ stato messo un freno a scelte irresponsabili compiute nel passato che hanno fatto la nostra Regione un esempio in negativo rispetto al numero dei dirigenti, assai spropositato in rapporto a quello dei dipendenti”.

A essere cancellate saranno 228 postazioni sulle 1.439 attualmente presenti nei 27 dipartimenti.

Il nuovo Piano è il frutto di un’attività di coordinamento svolta negli ultimi mesi dal segretario generale della presidenza della Regione, Maria Mattarella, con tutti i dirigenti generali e di concertazioni con i sindacati da parte del dirigente generale della Funzione pubblica Rosalia Pipia.

Le maggiori riduzioni riguardano l’Ufficio legislativo e legale (che taglia il 37 per cento), i dipartimenti Energia (30 per cento), Acqua e rifiuti (27 per cento), Protezione civile e Programmazione (24 per cento), Funzione pubblica (22 per cento).
Verrà ricompresa anche l’Autorità di Bacino, incardinata alla presidenza della Regione. Una struttura attesa da quasi trent’anni e creata dal governo Musumeci per occuparsi della programmazione e gestione degli interventi sui corsi d’acqua e di tutto ciò che riguarda l’erosione del territorio.

La nuova organizzazione entrerà in vigore, dopo i passaggi di rito davanti al Consiglio di giustizia amministrativa e alla Corte dei conti, con la pubblicazione sulla Gazzetta ufficiale della Regione.

Potrebbe interessarti anche:

Un commento

  1. special ha detto:

    a che c’era poteva eliminare pure gli uffici speciali che in genere non sono mai stati utili e costano parecchio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684