Regione Sicilia anticipa la stagione della caccia, la protesta degli animalisti - QdS

Regione Sicilia anticipa la stagione della caccia, la protesta degli animalisti

redazione

Regione Sicilia anticipa la stagione della caccia, la protesta degli animalisti

venerdì 31 Luglio 2020 - 00:00

L’assessore regionale all’Agricoltura, Edy Bandiera, ha presentato la bozza del calendario venatorio 2020-21. Il documento prevede l’apertura anticipata della stagione di caccia sin dal prossimo 2 settembre anziché al 1° ottobre; la caccia al coniglio selvatico in assenza di censimenti preventivi, anche con l’uso del furetto; l’inclusione tra quelle cacciabili anche di specie in declino a livello internazionale addirittura molto rare come il Combattente”. Lo rendono noto alcune associazione animaliste.

Il Calendario proposto dall’Assessorato è stato sottoposto a valutazione dell’Ispra (Istituto superiore per la protezione e la ricerca ambientale), che ha rilasciato parere negativo motivato: per l’Istituto l’anticipazione della stagione venatoria risulta dannosa perché colpisce animali ancora in periodo riproduttivo, mentre varie altre disposizioni del calendario sono censurabili perché prevedono un esercizio della caccia troppo esteso per forme e modalità, tali da danneggiare il patrimonio faunistico. Secondo Legambiente, Lipu e Wwf, questo calendario venatorio, così come formulato, sarebbe “illegittimo perché ripropone le medesime disposizioni già ampiamente e costantemente censurate dalla magistratura”. Legambiente, Lipu e Wwf, pertanto, hanno inviato una diffida all’Assessore Bandiera, al Presidente Musumeci ed al Dirigente del Dipartimento Sviluppo rurale, invitando la Regione a regolamentare il prelievo venatorio nel pieno rispetto della normativa statale e comunitaria

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684