Rifiuti, Federalberghi Eolie: "Pronti a chiedere risarcimenti" - QdS

Rifiuti, Federalberghi Eolie: “Pronti a chiedere risarcimenti”

web-j

Rifiuti, Federalberghi Eolie: “Pronti a chiedere risarcimenti”

web-j |
lunedì 30 Agosto 2021 - 12:28

La Federalberghi delle Eolie è pronta a chiedere il risarcimento dei danni per i disagi causati al turismo dai problemi nella raccolta dei rifiuti a Lipari e nelle isole del proprio territorio

La Federalberghi delle Eolie è pronta a chiedere il risarcimento dei danni per i disagi causati al turismo dai problemi nella raccolta dei rifiuti a Lipari e nelle isole del proprio territorio. Il presidente Christian Del Bono ha richiesto l’intervento del prefetto, Cosima Stani.

“La decisione – sottolinea – scaturisce dalle numerose e reiterate segnalazioni verbali e scritte provenienti dalle strutture ricettive alberghiere ed extralberghiere, associate e non associate, operanti nelle sei isole del maggior Comune eaolino”. L’associazione turistica denuncia “i gravi disagi causati dalle evidenti e costanti inefficienze e apparenti inadempienze nella gestione del servizio. Tra i disagi subiti vengono evidenziati la mancata distribuzione a tutte le strutture ricettive dei cassonetti/mastelli previsti; il mancato avvio del porta a porta in tutto il comune a partire dal 7 luglio così come previsto e pubblicizzato anche sul web.

“I disservizi in questione abbiano riguardato tutte le isole – puntualizza Del Bono – e, in particolare, soprattutto di recente, l’isola di Vulcano dove l’accumulo dei rifiuti ha raggiunto livelli che, in alcuni casi, hanno fatto venire meno i requisiti di carattere igienico sanitario e arrecato un importante danno di immagine all’intera isola”. Da quando all’inizio dell’estate è partito il porta a porta, per i disservizi derivati, si è instaurato un contenzioso tra la giunta Giorgianni e la ditta Loveral di Patti e a metà mese potrebbe essere revocato il contratto che riguarda l’appalto per 7 anni. La ditta ha sostenuto che vi è una “persecuzione per favorire altra società”.

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684