Rifiuti, situazione bando Comune Catania, i sindacati chiedono un Gruppo lavoro per la legalità - QdS

Rifiuti, situazione bando Comune Catania, i sindacati chiedono un Gruppo lavoro per la legalità

redazione web

Rifiuti, situazione bando Comune Catania, i sindacati chiedono un Gruppo lavoro per la legalità

domenica 09 Febbraio 2020 - 07:45


“Creare uno speciale ‘Gruppo di lavoro per la legalità, il decoro cittadino e l’igiene pubblica’”.

Lo chiedono Cgil, Cisl e Ugl al Comune di Catania sul “preoccupante caso del bando settennale dei rifiuti e le gare andate deserte”.

Secondo i sindacati occorre “alzare il livello di ragionamento” e varare “un nuovo organismo che metta insieme ambientalisti, sindacati, forze datoriali e altre eventuali rappresentanze, in grado di trovare soluzioni e vigilare per la parte che loro compete”.

“Nulla che faccia perdere tempo a chi ne farà parte e meno che mai all’istituzione pubblica – sottolineano i segretari di Cgil, Cisl e Ugl, Giacomo Rota, Maurizio Attanasio e Giovanni Musumeci – ma un gruppo di lavoro snello che si occupi di vigilare sulla qualità e la legalità effettiva dei servizi, anche ascoltando le segnalazioni dal basso, ma soprattutto che sappia anticipare i problemi relativi alla legalità degli appalti della pulizia cittadina e sulla relativa tenuta occupazionale e salariale, o sulle ragioni che portano all’evasione delle tasse”.

I sindacati sottolineano “la necessità di un approccio pragmatico e urgente, evitando spreco di energie e ancor più inutili passerelle o riflessioni teoriche”.

“Serve parlare meno e ragionare di più per poi passare all’azione – concludono Rota, Attanasio e Musumeci- il decoro urbano a Catania è oramai un punto centrale e non può ridursi solo alla segnalazione disperata di un meccanismo inceppato nonostante la buona condotta formale delle istituzioni. Cgil, Cisl e Ugl sono certi che una soluzione possa esistere superando ogni possibile differenza di ruoli e appartenenza politica, e che non tutto sia perduto. Siamo al fianco dei lavoratori ed esistiamo per tutelare i diritti di ciascuno”.

Potrebbe interessarti anche:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684