Riforma CAS, Pullara presenta interrogazione per chiarimenti ddl - QdS

Riforma CAS, Pullara presenta interrogazione per chiarimenti ddl

web-iz

Riforma CAS, Pullara presenta interrogazione per chiarimenti ddl

web-iz |
lunedì 25 Gennaio 2021 - 20:36

La prossima settimana in aula verrà discusso il disegno di legge, approvato in Commissione, finalizzato a modificare il regime giuridico del Consorzio per le Autostrade Siciliane (C.A.S.) da ente pubblico regionale non economico ad ente pubblico economico. Ma il deputato regionale Carmelo Pullara esprime le sue perplessità.

“Seppur il governo regionale – dice il deputato – ha più volte evidenziato che la trasformazione del Consorzio in questione permetterebbe il superamento di talune criticità già evidenziate durante i lavori in Commissione, una simile trasformazione sembrerebbe, esclusivamente, la perdita di una ulteriore prerogativa della Regione Siciliana.

Gli enti pubblici economici, infatti, non fanno parte della P.A., ma spesso sono legati alla macchina amministrativa in quanto gli organi di vertice sono nominati, in tutto o in parte, dai ministeri della Repubblica competenti per il settore e ad essi spetta un potere di indirizzo generale e di vigilanza. Più chiaramente – precisa Pullara – tali enti pubblici economici sono quegli strumenti attraverso i quali lo Stato fa il suo ingresso nel sistema economico. 

Una simile trasformazione gioverebbe per la nostra terra, oppure è una delle disgraziate conseguenze dell’accordo tra Stato e governo regionale sulla ripartizione del pagamento del disavanzo di 10 miliardi della nostra terra nei confronti di Roma?

Anche al fine di trovare risposte esaustive a tale domanda ho appena presentato un’interrogazione al presidente della Regione Musumeci e all’assessore alle Infrastrutture e la Mobilità Falcone per chiedere, tra l’altro, maggiori informazioni sulla struttura personale del C.A.S. 

Al contempo, – conclude Pullara – ho presentato un emendamento volto a evitare impugnative nella stabilizzazione del personale rifacendomi ai principi della Legge Madia

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684