Capuana, l'assessore più giovane d'Italia: "Mi ispiro a Calamandrei e Pertini" - QdS

Capuana, l’assessore più giovane d’Italia: “Mi ispiro a Calamandrei e Pertini”

Web-al

Capuana, l’assessore più giovane d’Italia: “Mi ispiro a Calamandrei e Pertini”

Web-al |
venerdì 26 Novembre 2021 - 11:23

Intervista di QdS.it a Piermaria Capuana, nuovo assessore di San Giovanni la Punta: "Sono per la filosofia del fare. Cercherò di essere al servizio di tutta la cittadinanza"

“Sono cresciuto in un ambiente in cui ho masticato politica e giornalismo grazie ai miei genitori, ma quel che mi ha veramente formato è stata la politica fatta sul campo, a scuola, e la voglia d’intraprendere un percorso mio, non da “figlio di”. Si presenta così Piermaria Capuana, l’assessore più giovane d’Italia, scelto a San Giovanni La Punta (CT), polo commerciale e zona nevralgica dei Paesi Etnei, per sostituire in giunta il dimissionario Gianpaolo Scuderi (Lega). Attualmente Capuana non ha deleghe, “ne discuteremo la prossima settimana” spiega il sindaco Nino Bellia.

L’amministratore diciottenne è figlio di Daniele Capuana, ex assessore provinciale, oggi consulente dell’assessorato regionale alle Infrastrutture e la Mobilità di Marco Falcone. Sia il padre che il nonno del neo assessore sono noti alla cronaca, ma la carica entusiasta del giovane Capuana non è intaccata da alcuno dei trascorsi familiari.

Attivismo a scuola

“Sono partito dalla base e quindi dalla mia scuola, l’ “Ettore Majorana” di San Giovanni La Punta, dove sono stato rappresentante d’istituto per tre anni ottenendo un record di 952 preferenze. Lo scorso anno sono stato presidente della Consulta Provinciale Studentesca di Catania, un organo che rappresenta settantatré mila studenti, e durante quel periodo, nonostante la pandemia e la Dad, il Cps è stato riconosciuto come il più attivo degli ultimi anni. Sono anche fondatore di “Cambiamento Giovanile”, un movimento presente in tutta la provincia di Catania, nell’area del calatino, l’area pedemontana, l’area ionica, i paesi etnei e abbiamo rappresentanti in sessanta dei settanta istituti esistenti. Il movimento compie un anno quest’anno, ma rappresenta già la realtà giovanile e liceale più grande della provincia di Catania”.

La filosofia del “fare”

Piermaria Capuana è stato eletto in quota lista civica Onda che fa capo al coordinatore provinciale UDC Mario Brancato. Spiega di non avere “una casacca” e di ispirarsi ai politici del passato che hanno messo l’agire al primo posto.

“La mia ideologia è ispirata da Pietro Calamandrei o il presidente Sandro Pertini, uomini che al di là dell’orientamento e dell’ideologia sono riusciti a sostenere la filosofia del “fare”. Oltre la destra, la sinistra e il centro deve esserci alla base un contenuto, credo in questo e per questo motivo non ho un colore politico, ma l’ambizione e il sogno di riuscire a fare diventare i giovani protagonisti della realtà in cui vivono, attraverso l’unità allo scopo di costruire davvero un cambiamento”.

L’indice di vecchiaia del paese di San Giovanni La Punta è passato dal 66.7 percento del 2002 al 145.1 percento del 2021. Una sfida anagrafica con cui l’assessore Capuana dovrà confrontarsi comunque al di là delle possibili deleghe.

“Una grande prova”

“Questo incarico è un onore e una grande prova – spiega in primis Capuana – il mondo studentesco e la cosa pubblica sono due cose differenti, motivo per cui da rappresentante dei giovani cercherò di essere a servizio di tutta la cittadinanza. Lo sarò anche delle persone più grandi di me, essere giovani non significa essere attendisti. Io non proverò – conclude l’assessore diciottenne – ma cercherò fino a riuscire a rappresentare tutta la cittadinanza di San Giovanni La Punta. Una persona giovane può avere ambizione e perché no anche delle capacità, questo ovviamente va dimostrato con i fatti”.

Chiara Borzi’

Twitter: @ChiaraBorzi

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684